Inchiesta Chievo: il Tribunale dichiara l’improcedibilità del caso

© foto www.imagephotoagency.it

Il Tribunale Federale dichiara l’improcedibilità per quanto riguarda il caso delle plusvalenze fittizie

E’ arrivata oggi la sentenza nei confronti del Chievo Verona, per quanto riguarda il caso delle plusvalenze fittizie che aveva riguardato proprio il club veneto. Il Tribunale nazionale, presieduto da Roberto Proietti, ha dichiarato  come improcedibile il deferimento nei confronti dei clivensi, restituendo gli atti per il caso plusvalenze alla Procura Federale.

Ora , nel caso in cui la Procura Federale dolesse procedere alla riapertura del procedimento, non ci sarebbero i tempi tecnici per portare a termine l’iter per la sanzione prima dell’inizio della stagione sportiva. In questo modo, anche nel caso in cui venisse comminata una sanzione, come avvenuto per il Cesena, il Chievo Verona sconterebbe tale penalizzazione nel prossimo campionato di Serie A, scongiurando così la possibile retrocessione in Serie B, di cui si era parlato proprio durante la valutazione degli atti da parte del Tribunale.

Articolo precedente
Emre Can lo dice chiaro: «Vogliamo vincere la Champions»
Prossimo articolo
De Sciglio, le condoglianze alla famiglia Marchionne – FOTO