Incontro Allegri Agnelli: le intenzioni del tecnico e le richieste al presidente – VIDEO

Massimiliano Allegri parla del suo futuro: ecco cosa chiede al presidente Andrea Agnelli per restare alla Juventus

Massimiliano Allegri cambia la linea di comunicazione proiettandosi nel futuro. Torna indietro, all’inizio del suo percorso in top club italiano, parlando del Milan e proponendo una visione più ampia del suo percorso europeo. E poi si concede per altre due volte la possibilità di vincere la Champions, alla guida della Juventus.

Il focus sulla squadra

«La vita è fatta di sfide. Quest’anno finisce. L’anno prossimo ci sarà un’altra opportunità, e poi ci sarà un’altra opportunità – spiega Allegri -. Io fortunatamente da quando ero al Milan le possibilità di vincere la Champions le ho sempre avute, perché ho sempre superato il girone eliminatorio». Una posizione che completa il pensiero esposto nel corso della conferenza stampa della vigilia del derby parlando del suo futuro: «Le motivazioni le ho. Quando ho chiaro il focus sulla squadra, io riparto. Quando a livello tecnico non sono convinto, non riparto».

Il rinnovo del contratto

Per quelle altre due opportunità richieste dal tecnico, che in queste ore dovrebbe incontrare Agnelli per inquadrare il suo futuro in bianconero, basterebbe un prolungamento di contratto di un solo anno, considerato che il tecnico attualmente andrebbe in scadenza al termine della prossima stagione. Significherebbe, per lui, avere la possibilità di chiudere un decennio alla guida di un top club italiano, di poter raccontare un decennio di sfide, intuizioni, e qualche errore da rimediare.

Il sesto senso di Allegri

Undici stagioni, per la precisione, che potrebbero ricondurre a una caratteristica che lo ha sempre contraddistinto nel suo percorso da allenatore. Nel significato nella numerologia, infatti, l’undici rappresenta l’illuminazione, l’ottica visionaria, quella intuizione che Allegri ha avuto sempre nei momenti decisivi di ogni stagione. Un sesto senso che oggi, probabilmente, si rinnova: prima di lasciarsi rapire dalle lusinghiere proposte dall’estero (esperienza che prima o poi vorrà fare per completarsi) continuando a sognare un futuro sulla panchina azzurra della Nazionale, Allegri sente di dover rimanere alla Juventus, per tentare ancora l’assalto alla Champions. Al Club, e dunque ad Agnelli, chiaramente, l’ultima parola.

Il percorso di Allegri in Champions League

Milan 2010-11: eliminato dal Tottenham agli ottavi di finale
Milan 2011-12: eliminato dal Barcellona ai quarti di finale
Milan 2012-13: eliminato dal Barcellona agli ottavi di finale
Milan 2013-14: eliminato dall’Atletico Madrid agli ottavi di finale (già esonerato a metà gennaio)
Juventus 2014-15: sconfitto in finale dal Barcellona
Juventus 2015-16: eliminato agli ottavi di finale dal Bayern Monaco
Juventus 2016-17: sconfitto in finale dal Real Madrid
Juventus 2017-18: eliminato ai quarti di finale dal Real Madrid
Juventus 2018-19: eliminato ai quarti di finale dall’Ajax
Juventus 2019-20: fine contratto al 30 giugno 2020