Connettiti con noi

News

Indagine Juve, ecco come finirà davvero: multa sanzione più probabile

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Indagine Juve: multa sanzione più probabile, ma l’opinione pubblica… Ecco come potrebbe chiudersi l’inchiesta Prisma

Una forte multa dopo il patteggiamento. È questo l’esito, immaginato dagli addetti ai lavori, del procedimento della giustizi sportiva nei confronti della Juventus e degli altri club che potrebbero essere indagati nell’inchiesta sulle plusvalenze fittizie. I riferimenti in materia sono fondamentalmente due. I 3 punti di penalizzazione inflitti al Chievo tre anni fa. E l’ammenda di 90.000 euro a Inter e Milan nel 2008. La differenza nell’entità di queste punizioni si spiega con lo scopo diverso delle plusvalenze artefatte. I club milanesi le hanno utilizzate per abbellire il bilancio alleviando le perdite. La società veronese per far risultare un patrimonio netto sufficiente a iscriversi al campionato. Lo scrive La Stampa.

In questo momento la pressione dell’opinione pubblica è molto forte, più di quanto non lo fosse 13 anni fa nei confronti di Inter e Milan. Questo potrebbe influire sul via libera della Procura Figc alla richiesta di patteggiamento da parte della Juventus, indispensabile per poter chiudere la vicenda con una sanzione economica. Molto dipenderà da come i giudici sportivi valuteranno questi indizi ripetuti. Vista la portata economica dei trasferimenti, sotto la lente dei magistrati di Torino, è possibile ipotizzare un’ammenda decisamente più elevata rispetto a quella subita da Inter e Milan. Con questo scenario i dirigenti coinvolti andrebbero incontro a multe. e inibizioni, senza arrivare a sanzioni più severe che scattano di fronte all’illecito sportivo. Sembra più difficile al momento immaginare punti di penalità come successo al Chievo.