Finale scudetto Under 16, Inter-Juventus 3-0: complimenti ai nerazzurri

© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter Under 16 vince la finale scudetto: la Juventus di Simone Barone esce comunque a testa alta. Ecco il commento della partita

La finale scudetto Under 16 Inter-Juventus sorride ai nerazzurri. La squadra di Simone Barone esce però a testa alta e con un passivo fin troppo ampio per i valori espressi. Peccato non aver concretizzato a rete nel primo tempo.

INTER-JUVENTUS UNDER 16 3-0 (9′ Esposito, 62′ Sako, 66′ Oristanio)

VOTI E PAGELLE DEL MATCH (CLICCA QUI)

LA CHIAVE DEL MATCH – La formazione bianconera di Simone Barone viene beffata dopo dieci minuti nel suo momento migliore. Fino a quel momento, infatti, Sterrantino e compagni si erano fatti preferire sul piano del gioco e per la gestione della palla, aspetto che sarà confermato anche a gara in corso. Tuttavia i nerazzurri si confermano cinici in ripartenza e riescono sempre a tamponare in qualche modo sugli attacchi juventini, facendo vedere una buona organizzazione difensiva. I nerazzurri chiudono il match nella ripresa, con un passivo che non rispecchia del tutto i valori in campo.

L’EPISODIO – Straordinaria esecuzione di Franck Abou Teher. Il trequartista classe 2002 della Juventus Under 16, nato in Costa d’Avorio e prelevato la scorsa estate dalla Reggiana, trova tempo e spazio per il tiro poco prima della mezzora, ma il suo gol viene annullato (giustamente) perchè c’è una deviazione volontaria di Poppa, in posizione di fuorigioco.

L’UOMO PARTITAAbou merita comunque il titolo di migliore in campo tra i bianconeri. Prestazione esaltante, con i difensori nerazzurri che faticano a controllarlo. Bene in mezzo al campo anche Brentan.

Inter-Juventus: la cronaca del match

Meglio la Juventus in avvio. I ragazzi di Barone provano a fare la gara, di fronte ai nerazzuri che aspettano e tentano di trovare spazi in ripartenza. Al 9′ Esposito sblocca il match: l’attaccante dell’Inter sorprende Garofani e cambia volto al match. Dieci minuti più tardi Spina salva in scivolata su un contropiede di Esposito. Al 26′ Abou entra in area, con un gioco di gambe taglia fuori l’avversario e trova la porta: rete annullata, però, per una deviazione di Poppa, che si trovava in posizione di fuorigioco. Alla mezzora Garofani spegne in due tempi un tentativo del solito Esposito. A inizio intervallo i bianconeri provano a gestire il possesso della palla, ma l’Inter non si scompone. Zanchetta avrebbe una ghiotta occasione su punizione dal limite, ma il suo tiro è fuori misura. Al 62′ raddoppio Inter con il neo entrato Sako, che spegne l’entusiasmo dei bianconeri. Quattro minuti più tardi la terza rete di Oristanio, che chiude definitivamente il match.

Inter-Juventus: formazioni ufficiali

INTER (4-3-1-2): Stankovic; Aloides, Pirola, Cortinovis, Di Marco; Oristanio (72′ Mirarchi), Roscolo, Wieser; Esposito (80′ Simic); Onster, Cancello (41′ Sako). All. Bonacina

JUVENTUS (4-3-3): Garofani; Lamanna, Riccio, Spina, Verducci (48′ Pittavino); Tongya, Brentan (75′ Spitale), Zanchetta (68′ Cavallo); Abou, Poppa (75′ Mulazzi), Sterrantino (48′ Sekulov). All. Barone

Inter-Juventus: i convocati bianconeri

Abou, Boffano, Brentan, Cavallo, Diop, Cavallo, Diop, Fontana, Garofani, Girelli, H’Maidat, Lamanna, Mosagna, Pittavino, Poletti, Poppa, Raina, Riccio, Sekulov, Spina, Spitale, Sterrantino, Tongya, Heubang, Verduci, Zanchetta.