Mauro: «Nessuno vuole riprendere a giocare senza sicurezza»

Massimo Mauro
© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Mauro, ex centrocampista di Napoli e Juventus, ha parlato dell’emergenza Coronavirus anche nel calcio: le sue parole

L’ex centrocampista della Juventus, Massimo Mauro, ha concesso un’intervista a Fangpage.it. Ecco le sue parole sull’emergenza Coronavirus.

MAURO «Ci sono interessi importantissimi in ballo ed è un mondo iper professionistico. Non mi meraviglia questa cosa, al primo posto non c’è mai stata la salute di tutti, in questo caso non solo dei calciatori ma di tutti. Sono tutti coinvolti in una situazione del genere, e questo non mi sorprende. Per fortuna alla fine il calcio si è fermato e credo che abbia fatto bene. Non credo che ci siano stati scandali rispetto a questo argomento, ha seguito l’andamento delle questioni politiche. C’è stata un po’ di confusione, ci sono stati errori, ma in una situazione del genere è normale e non è pensabile riuscire a fare tutto giusto. Credo che nessuno voglia giocare senza sicurezza. Non penso che presidenti, allenatori, dirigenti vogliano riprendere a giocare con il rischio di riprendere la pandemia o contribuire ai contagi, sarebbe folle tutto questo».

TOMMASI – «Tommasi lo conosco bene, è una persona splendida e per fortuna fa il presidente dell’Associazione. È chiaro che difende la salute di tutti, ma governare l’AIC non è mai stato facile e non lo sarà mai, soprattutto in questi casi».

Condividi