Juve bella per un tempo: è quanto basta per battere la Roma

mandzukic
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus ha disputato una prestazione eccellente nel primo tempo, ma è poi dovuta ricorrere ai rigori per battere la Roma

Nonostante sia estate, i segnali che la Juventus ha mandato in questa tournée americana in vista del prossimo campionato alle dirette avversarie in Serie A possono essere preoccupanti per queste ultime. Ieri sera contro la Roma, infatti, la squadra di Allegri ha ottenuto (ai rigori) la seconda vittoria in tre partite ed ha offerto una prestazione molto positiva soprattutto nel primo tempo.

ALEX SANDRO-MANDZUKIC, CHE GOL – I messaggi confortanti sono arrivati innanzitutto dal reparto arretrato che, nonostante l’assenza di Bonucci, è riuscito a tenere bene a bada un attacco forte e pericoloso come quello della romanista e poi dall’azione da gol del 29′ del primo tempo, quando Alex Sandro azzecca la palla in profondità per Mandzukic che da sinistra salta in dribbling il portiere Alisson e spedisce la palla in rete con un diagonale perfetto. Bene anche Marchisio e Pjanic che con i loro lanci e passaggi filtranti a cercare gli esterni oppure Dybala e Higuain hanno fatto capire di essere due giocatori con cui poter giocare in profondità e di poter sostituire in questo le caratteristiche di Bonucci.

PAREGGIO ROMA E VITTORIA AI RIGORI – La gara contro la formazione di Di Francesco è stata vinta alla fine ai rigori, in quanto i giallorossi avevano nel frattempo pareggiato la rete di Mandzukic con quella di Dzeko al 74′: dagli undici metri è stato molto bravo Pinsoglio a neutralizzare due penalty così come Bernardeschi e Douglas Costa, i quali non hanno fallito l’appuntamento dagli undici metri.

Articolo precedente
roma-juventusRoma-Juventus 5-6 dcr, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
cuadradoNon solo Milan e Roma: anche l’Arsenal insegue Cuadrado