Juve corsara: contro l’Inter di Marotta già da campione d’Italia?

La Juventus viaggia verso l’ottavo scudetto consecutivo: possibile trasferta contro l’Inter di Marotta già da campione

Allegri è stato chiaro: il campionato non è ancora chiuso, bisogna attendere la matematica e «vincere ancora 5-6 partite». La tanto acclamata matematica racconta della necessità bianconera di incassare ancora 21 punti senza dover tenere conto dei risultati dei campani. Da qua alla sfida del Meazza ci sono sette partite che, convertite in vittorie, assegnerebbero l’ottavo titolo italiano consecutivo alla Juve. Ma quali sono le insidie del prossimo mese e mezzo?

Piena lotta salvezza

Tra le sette squadre che dovranno affrontare i bianconeri, cinque sono invischiate, più o meno intensamente, nella lotta per evitare la retrocessione. In ordine temporale, si parte con l’Udinese di Nicola: impegno sulla carta alla portata, ma appena prima dello snodo cruciale della stagione chiamato Atletico Madrid. Post ritorno di Champions League la Juve si trasferirà a Marassi per affrontare il Genoa capace di strappare un punto all’Allianz Stadium appena cinque mesi fa ma con un rendimento casalingo altalenante (5V, 6N, 3P); dopo la sosta per gli impegni delle nazionali sarà il turno dell’Empoli, ospitato tra le mura amiche dopo l’andata risolta da un missile di Cristiano Ronaldo al Castellani. La Vecchia Signora volerà poi alla Sardegna Arena contro un Cagliari dal ritmo infernale, capace di fermare Roma e Inter e crollato solo nel recupero contro il Napoli. Chiude il cerchio delle “piccole” l’incontro del Mazza contro la Spal di Semplici: in difficoltà di rendimento sì, ma abile nello strappare lo 0-0 ai bianconeri la stagione scorsa.

Due grandi sfide

A cavallo della trasferta di Ferrara, due avversarie qualitativamente superiori rispetto alle squadre succitate: Milan e Fiorentina. Entrambe allo Stadium, ma entrambe con aspirazioni europee e con una forte rivalità capace di innalzare il livello delle prestazioni. I rossoneri in piena corsa Champions, i viola a caccia di un posto in Europa League. Sette partite, ognuna con le proprie insidie, ma tutte, stimando il ruolino di marcia delle prime 26 gare, più che alla portata dei bianconeri.

La Juventus dunque, al netto di possibili, ma finora non palesati, cali di tensione dovuti all’abbondante vantaggio conquistato sulla seconda in classifica, potrebbe presentarsi allo stadio San Siro da campione d’Italia contro l’Inter. Quasi pleonastico aggiungere che il primo incontro con Beppe Marotta dopo la dipartita di qualche mese fa avrebbe un sapore particolare.