Juve Fiorentina 2-1: tabellino e cronaca

szczesny sirigu
© foto www.imagephotoagency.it

Juve Fiorentina, Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Dopo la delusione europea la Juventus si cuce sul petto l’ottavo scudetto consecutivo, Fiorentina battuta 2-1.


Juve-Fiorentina 2-1: il tabellino

Reti: 6′ Milenkovic, 37′ Alex Sandro, 53′ au. Pezzella

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic (65′ Bentancur), Matuidi; Cuadrado (86′ De Sciglio), Ronaldo, Bernardeschi (74′ Kean). A disp. Mavididi, Spinazzola, Del Favero, Pinsoglio, Barzagli, Nicolussi. All. Allegri

Fiorentina (3-5-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Chiesa (65′ Muriel), Dabo, Veretout, Benassi (72′ Gerson), Hancko; Simeone, Mirallas (80′ Fernandes). A disp. Norgaard, Biraghi, Vitor Hugo, Brancolini, Laurini, Graiciar, Beloko, Vlahovic, Ghidotti. All. Montella.

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Ammonito: 80′ Gerson


Juve Fiorentina: la diretta live

1′ Calcio d’inizio – Partiti allo Stadium

2′ Ronaldo prova il numero – Recupera faticosamente la difesa viola

4′ Doppia occasione per Ronaldo – Prima di volo sul cross di Bernardeschi, poi non riesce ad arrivare sulla seconda assistenza del 33, sbilanciato leggermente da Pezzella. Qualche dubbio qui

6′ Gol Milenkovic – Chiesa va via a destra e mette in mezzo. Deviazione di Szczesny e poi tocco di Emre Can. Alla fine arriva Milenkovic che sfonda la rete. Portiere polacco dolorante alla mano ma non c’è irregolarità

11′ Tiro Mirallas – Contropiede veloce della Fiorentina che porta al tiro del belga. Il destro termina abbondantemente sopra la traversa

13′ Possesso Juve – Alla fine Cuadrado viene fermato, provano a reagire i bianconeri

15′ Ronaldo sbilanciato da Ceccherini – Altro episodio dubbio in area. Lascia correre Pasqua. Poco prima un tiro murato di Bernardeschi

15′ Bonucci in gioco pericoloso su Chiesa – Fallo per la Fiorentina

18′ Lancio di Bonucci per Cuadrado – Gran palla per il colombiano che non riesce però a indirizzare verso il centro dell’area

19′ Cross Cancelo – Comodo Lafont in uscita alta

20′ Chiusura Bonucci – Contropiede goloso per la Fiorentina, Simeone non trova per poco Chiesa. Fondamentale la chiusura del centrale

21′ Tiro di Bernardeschi – Bernardeschi rientra e prova la conclusione dal limite deviata sull’esterno della rete

25′ Pjanic cerca Cuadrado – Il pallone termina sul fondo

26′ Gol annullato a Simeone – L’attaccante argentino batte Szczesny sull’assistenza di Chiesa. Ma in posizione chiaramente irregolare

27′ Tiro Emre Can – Conclusione fuori misura dal limite

29′ Cross Cancelo – Smanaccia via Lafont in qualche modo

31′ Tiro Pjanic – Conclusione dal limite del bosniaco, blocca a terra Lafont

32′ Occasione Chiesa – Smarcato in area da Benassi, l’esterno della Fiorentina sbaglia completamente il controllo

33′ Tiro Ronaldo – Conclusione violenta dai 40 metri. Blocca centralmente Lafont

34′ Palo di Chiesa – Piazzato dal limite che trova il montante alla sinistra di Szczesny

37′ Gol Alex Sandro – Avvitamento in tuffo sul primo palo sugli sviluppi di corner battuto da Pjanic

40′ Cross di Pjanic – Deviazione di Ceccherini, poi blocca in presta alta Lafont

42′ Szczesny rischia su Chiesa – Il portiere polacco per poco non si fa scippare il pallone sul pressing di Chiesa

43′ Traversa di Chiesa – Botta dal limite sotto l’incrocio. Il pallone sbatte sulla traversa e rimbalza sulla linea. Poi Simeone ribadisce alto di testa

45′ Duplice fischio – Termina qui la prima frazione

46′ Inizio ripresa – Si ricomincia allo Stadium

47′ Colpo di testa Emre Can – Stacco sul secondo palo che termina abbondantemente sul fondo

49′ Bernardeschi fermato in offside – Il numero 33 bianconero riceve oltre la linea della difesa viola

53′ Autogol Pezzella – Grandissima giocata di Ronaldo sulla destra. Il portoghese trova il fondo e mette dentro un pallone basso e teso che viene deviato nella propria porta da Pezzella, nel tentativo di anticipare Bernardeschi

57′ Tiro Ronaldo – Murato da Pezzella dopo il tocco smarcante di Bernardeschi

59′ Szczesny anticipa Chiesa – Intervento in tuffo del portiere polacco, provvidenziale

62′ Tiro Chiesa – Conclusione dai 30 metri con tanto spazio a disposizione. Blocca Szczesny

63′ Occasione Ronaldo – Il portoghese viene murato in area. Poi Cuadrado non riesce a trovare lo specchio

64′ Lafont dice no a Pjanic – Ronaldo ancora murato in area. Sula ribattuta Pjanic impega severamente Lafont che alza in croner

69′ Bonucci mura Simeone – Dopo l’affondo di Muriel conclusione dell’argentino rimbalzata dal centrale bianconero

79′ Sbaglia Ronaldo – Troppo potente la sventagliata per Cancelo

80′ Ammonito Gerson – Trattenuta evidente su Cuadrado

84′ Cori Stadium – Si odono i primi cori di festa nello stadio bianconero

90′ Parata Szczesny – Il portiere polacco ferma Dabo solo in area

90+3′ Fine partita – Termina qui l’incontro


Juve Fiorentina: il pre partita


Migliore in campo Juve: Emre Can PAGELLE


Juve Fiorentina: le formazioni ufficiali

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Ronaldo, Bernardeschi.

Fiorentina (3-5-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Chiesa, Dabo, Veretout, Benassi, Hancko; Simeone, Mirallas.


Juve Fiorentina: le probabili formazioni

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Cuadrado, Pjanic, Emre Can, Matuidi; Bernardeschi, Ronaldo.

Fiorentina (4-3-3); Lafont; Milenkovic, Ger. Pezzella, Ceccherini, Hancko; Benassi, Fernandes, Dabo; Chiesa, Simeone, Mirallas.


Juve Fiorentina: l’arbitro del match

Sarà Fabrizio Pasquadella sezione di Tivoli a dirigere il match tra Juventus e Fiorentina, in programma sabato 20 aprile alle 18 presso l’Allianz Stadium di Torino. Il fischietto sarà coadiuvato da Mondin e Lo Cicero, mentre il quarto ufficiale sarà Aureliano. Dietro a monitor del Var pronti Di Bello e Longo.


Juve Fiorentina: le dichiarazioni alla vigilia

Allegri: «Dobbiamo chiudere lo scudetto, l’eliminazione in Champions va accettata. Non si può tornare indietro e non dobbiamo cercare giustificazioni o alibi. Questo è un metodo che usa chi non vince. Lo scudetto è ancora da vincere, manca un punto. Da quel momento in poi programmeremo il futuro. La vita va avanti, così come il calcio. Ora pensiamo al campionato. Dopo aver vinto lo scudetto ci rimarranno 5 partite, se dovesse essere domani. La Juventus dovrà lavorare per fare belle prestazioni in gare difficili. Domani, in caso di scudetto, dovrà essere una giornata celebrativa. Se dovessimo vincere il campionato dobbiamo festeggiare perché sarà un traguardo meritato. L’ottavo scudetto deve essere motivo di orgoglio, domani deve essere una festa, godendoci ciò che c’è da goderci. Andare allo stadio domani con la negatività della Champions e non festeggiare lo scudetto non ha senso».

Montella: «Troviamo una squadra forte, abituata a vincere e rialzarsi. Mi aspetto una Juve delusa ma feroce. Mi auguro non succeda ma i grandi calciatori e le grandi società sono abituati a voltare pagina velocemente».