Juve, occhio: ecco come (e con chi) può farti male la Lazio

inzaghi simone
© foto www.imagephotoagency.it

I biancocelesti saranno ospiti della Juventus sabato alle ore 18:00 e sono una delle squadre più in forma in Serie A

Anche se i precedenti in campionato allo Juventus Stadium hanno sempre visto trionfare i bianconeri contro la Lazio, tutti i tifosi juventini hanno impressa nella mente la finale di Supercoppa Italiana di due mesi fa, quando la squadra di Simone Inzaghi conquistò il trofeo ai danni di una Juventus ancora in fase di rodaggio. In questi sessanta giorni qualcosa è senz’altro cambiato ma la Lazio resta una delle avversarie più pericolose in Serie A, occupa il quarto posto in classifica e per non ripetere gli errori di agosto ci vorrà una Juve più attenta.

I PUNTI FORTI DELLA LAZIO – Con il 3-5-1-1 il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi sembra aver trovato giusto il modulo giusto per la sua Lazio: con questo schieramento, infatti, la squadra non patisce un reparto arretrato con il soli tre interpreti vista la compattezza fornita dal centrocampo, si rende spesso pericolosa sulle corsie laterali ed ha in Ciro Immobile (vice-capocannoniere della Serie A con 9 gol all’attivo) un killer spietato davanti alla porta. Quasi tutti i gol biancocelesti portano la firma dell’ex attaccante del Torino ma non è lui l’unica arma a disposizione dell’Aquila per ferire la Juve e tra queste, infatti, ce n’è un’altra che oltretutto rappresenta un obiettivo di mercato dichiarato di Marotta: si tratta di Milinkovic-Savic, centrocampista che, nonostante la giovane età di 22 anni, è già uno degli interpreti del ruolo più richiesti nel panorama internazionale per le sue qualità e la duttilità che garantisce in entrambe le fasi di gioco.

OCCHIO A.. – Tra le fila laziali, inoltre, spiccano anche altri giocatori di importante prospettiva: tra questi c’è il difensore centrale olandese De Vrij, il quale sarebbe potuto diventare un obiettivo di mercato bianconero ma che, invece, pare voglia firmare il rinnovo di contratto con la Lazio ed il portiere 22enne Strakosha che, nonostante la giovane età ha già rubato il posto da titolare ad un estremo difensore esperto come Marchetti e potrebbe fare lo stesso con Berisha nella Nazionale albanese. Un ultimo osservato speciale del match, infine, sarà Luis Alberto: partito alle spalle di Felipe Anderson nelle gerarchie di inizio stagione, lo spagnolo sta approfittando dell’infortunio del brasiliano e lo sta sostituendo alla perfezione, regalando gol e prestazioni convincenti ai tifosi capitolini.

Articolo precedente
Juve, retroscena di mercato: Marotta aveva contattato Sampaoli
Prossimo articolo
Bernardeschi: «Contro la Lazio sarà una battaglia»