Juve, qualificarsi dopo un 2-2 in casa sarà un’impresa: ecco chi ci è riuscito

© foto www.imagephotoagency.it

Per qualificarsi, a Wembley servirà quell’impresa sfiorò soltanto due anni fa contro il Bayern Monaco

L’amaro in bocca che lascia un 2-2 casalingo maturato in questo modo c’è e si fa ancora sentire. Ma nulla è perduto: tra venti giorni esatti, infatti, la Juventus sarà ospite a Wembley per disputare il match di ritorno degli ottavi di finale contro il Tottenham ed ha tutte le carte in regola per espugnare il tempio del calcio inglese.

Juve, credici: ma precedenti non sono confortanti

I precedenti sono numeri e poco contano quando è ora di scendere in campo, ma pensare che sono soltanto cinque le squadre che nella storia della Coppa dei Campioni/ Champions League sono riuscite a ribaltare un 2-2 casalingo ottenuto all’andata rende maggiormente l’idea di come la Juventus sia chiamata a compiere una sorta d’impresa sportiva.

UN’IMPRESA PER POCHI – La prima squadra a riuscirvi fu il Borussia Moenchengladbach che, in occasione della Coppa dei Campioni 1976/1977, ottenne la qualificazione alle semifinali grazie ad una vittoria nel match di ritorno in casa del Bruges e dopo aver ottenuto un pari casalingo per 2-2 all’andata. Due anni dopo toccò invece al Brno recuperare lo svantaggio. I cechi vinsero il ritorno in casa dell’Ujpest 2-0, conquistando l’accesso al turno successivo. La terza squadra a riuscirvi fu il Celtic nella stagione 82-83, l’ultima invece il Manchester United che eliminò il Porto nel 2008/2009 ma il precedente che maggiormente incoraggia i bianconeri è quello di Milan-Bayern Monaco risalente ai quarti di finale dell’edizione 2006/2007: nonostante il 2-2 di San Siro, infatti, la formazione di Ancelotti ribaltò il risultato al ritorno vincendo per 0-2 in Germania e, soprattutto, andando poi ad alzare qualche mese dopo la Coppa dalle grandi orecchie ad Atene. La stessa impresa contro la compagine bavarese fu sfiorata dalla Juventus anni fa quando, dopo il 2-2 dello Stadium, i bianconeri si arresero soltanto ai supplementari nel match di ritorno dell’Allianz Arena.

Articolo precedente
dybalaNuovi orizzonti: Douglas Costa mezzala “mascherata” nella Juve di Dybala
Prossimo articolo
Rassegna Bianconera di giovedì 15 febbraio 2018