Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Sampdoria-Juve, da Quagliarella a Damsgaard: intrecci e retroscena di mercato

Pubblicato

su

Juve impegnata questo pomeriggio a Genova contro la Sampdoria. Tanti gli ex in campo: non solo Quagliarella, con la dirigenza bianconera che mette nel mirino Damsgaard

Juventus alla prova Sampdoria per continuare la caccia alle due milanesi. Al ‘Ferraris’ la squadra allenata da Andrea Pirlo cerca tre punti fondamentali per proseguire la rincorsa scudetto, sperando in un passo falso di Milan e Inter per accorciare ulteriormente il distacco in classifica. Scelte obbligate per il tecnico bianconero in avanti: Morata e Cristiano Ronaldo sono gli undici due attaccanti a disposizione, vista la squalifica di Kulusevski e un Dybala ancora ai box per l’infortunio al ginocchio. Più disponibilità invece per Pirlo negli altri settori del campo, dove l’allenatore della ‘Vecchia Signora’ avrà a disposizione praticamente tutti gli effettivi.

A proposito di attacco e attaccanti, la linea della dirigenza e di Pirlo resta la stessa: la quarta punta non è una priorità e arriverà solamente se dovessero presentarsi delle opportunità in questo rush finale del mercato. Kulusevski è pronto ad entrare in pianta stabile nelle rotazioni offensive dell’ex regista, con lo svedese che ha giostrato nel duo avanzato nelle ultime uscite dei campioni d’Italia. Il calciomercato invernale si chiuderà lunedì alle 20 e la Juve resta vigile alla finestra su Scamacca, con il quale rimane la distanza con il Sassuolo sulle cifre e la formula dell’affare. 

LEGGI ANCHE: Probabili formazioni Sampdoria-Juve: le possibili scelte di Pirlo

Calciomercato Juve, niente ritorno per Quagliarella: c’è Damsgaard nei radar di Paratici

Quagliarella

Ad inizio gennaio le attenzioni della dirigenza della Continassa si erano concentrate invece su Fabio Quagliarella, ex bianconero e avversario questo pomeriggio di Ronaldo e compagni. Paratici aveva compiuto dei sondaggi con l’entourage dell’esperto attaccante campano, non affondando poi il colpo per la volontà anche del capitano blucerchiato di non muoversi da Genova. Quagliarella è molto stimato dall’ex compagno Pirlo e dai dirigenti della Juventus, ma difficilmente a Torino avrebbe trovato un minutaggio soddisfacente. Il 37enne di Castellammare di Stabia vuole chiudere la carriera alla Sampdoria, con il quale tratta il rinnovo del contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. «Siamo fiduciosi sul rinnovo di Quagliarella. Se la Juve lo ha cercato? Non mi ha chiamato nessuno», le recenti dichiarazioni del patron doriano Ferrero sul capitano.

Restando all’ombra della Lanterna, la Juventus ha ufficializzato venerdì l’ingaggio dal Genoa del baby Rovella. Gli uomini mercato della Continassa sono sempre molto attenti alla linea verde e nel match odierno di ‘Marassi’ sotto la lente d’ingrandimento di Paratici e soci ci sarà Mikel Damsgaard. Il 20enne danese si sta mettendo in evidenza nella stagione in corso e ha catturato l’interesse di diverse società italiane e della Premier League, tra le quali figura anche la Juve. Il centrocampista piace per la sua duttilità e i campioni d’Italia potrebbero sfidare l’Inter la prossima estate per fregiarsi del cartellino del classe 2000 ex Nordsjaelland. Damsgaard ha una valutazione tra i 15 e i 20 milioni di euro, con la dirigenza juventina che il prossimo giugno potrebbe pianificare l’offensiva per strapparlo alla concorrenza.

Sampdoria-Juventus, gli ex in campo: e quella prelazione su Audero…

audero

Audero

Alla Juve si lega anche il destino di Emil Audero, cresciuto nella cantera bianconera e sbarcato a Genova nel luglio 2019 per 20 milioni di euro. Il portiere di origini indonesiane sta convincendo tra i pali della Sampdoria ed è sul taccuino di numerose squadre sul mercato. Tra queste ci sarebbero pure PSG e Inter, con i nerazzurri a caccia dell’erede di capitan Handanovic. Sulla situazione di Audero rimane attenta anche la stessa Juventus, che negli accordi con la Samp ha una prelazione sull’estremo difensore in caso di offerte ufficiali sul tavolo del sodalizio del presidente Ferrero.

Ma non solo Audero e Quagliarella: ci sono altri due ex bianconeri nella rosa a disposizione di Ranieri. Parliamo ovviamente di Candreva, che dopo una buona stagione a Torino non è stato riscattato nell’estate 2010, oltre ad Ekdal che ha lasciato la Juve l’anno successivo dopo una serie di parentesi in prestito. Tanti ex nelle fila della Sampdoria, tra retroscena di mercato e la voglia di ben figurare di fronte alla ‘Vecchia Signora’. 

LEGGI ANCHE: LAVAGNA TATTICA- Le chiavi di Sampdoria-Juve: perché McKennie sarà decisivo

Continua a leggere
Advertisement