Pagelle Juventus-Genoa: Douglas Costa vale sei punti, stecca Pjanic

douglas costa
© foto www.imagephotoagency.it

Pagelle Juventus-Genoa: lampo Douglas Costa, stecca Pjanic. Matuidi ormai è imprescindibile

SZCZESNY 6 – Sorveglia l’area bianconera dall’alto dei suoi 195 centimetri senza bisogno di distendersi in tutta la sua apertura alare per compiere interventi di rilievo

LICHTSTEINER 6.5 – Prende in consegna il cliente più scomodo di giornata: argina Laxalt e si propone con buona continuità sul fondo, confezionando il pallone che per un soffio Higuain non trasforma nel raddoppio (37′ st BARZAGLI NG – Consueta mossa di Allegri per blindare il risultato)

BENATIA 6.5 – Concentrato come fosse una finale, ruvido all’occorrenza su Pandev: giornata dopo giornata, una garanzia ai livelli più alti possibile

CHIELLINI 6 – Un po’ in affanno nel finale, se la cava con un paio di palloni scaraventati in tribuna: a volte può tornare utile lasciare da parte i fronzoli…

ALEX SANDRO 6 – Consueto brodino in salsa brasiliana. Prestazione onesta, ma il vero Alex Sandro è tutta un’altra cosa e a Torino lo attendono ormai da cinque mesi… (30′ st ASAMOAH NG – Dà fiato al compagno acciaccato che chiede il cambio)

KHEDIRA 5.5 – Al solito macchinoso, oggi anche un po’ di più. Vanifica un succulento contropiede nel primo tempo, per il resto opera da consueto equilibratore in mezzo al campo (24′ st STURARO 6 – Subito grinta e tacchetti: nel finale di partita serve anche questo)

PJANIC 5.5 – Comincia sprecando una golosa punizione dal limite, prosegue sbagliando più d’un disimpegno, conclude sparacchiando in curva due conclusioni da fuori: una serata no ogni tanto capita anche a lui…

MATUIDI 6.5 – Moto perpetuo del centrocampo bianconero, sradica palloni dai piedi avversari che è un piacere: chissà cos’è passato nella testa della dirigenza del Psg in estate…

DOUGLAS COSTA 7 – Un lampo in mezzo a tanti “errori tecnici”, come li definirebbe inorridendo Allegri. Ma un lampo che, al pari di quello che a Cagliari ha innescato Bernardeschi, vale tre punti. Tre più tre, sei!

MANDZUKIC 6.5 – Sfida spigolosa, nella quale spicca la poesia del cioccolatino recapitato dal croato a Douglas Costa per il gol-partita: gnam!

HIGUAIN 6 – Sotto gli occhi attenti del c.t. Sanpaoli non riesce a gonfiare la rete, ma si conferma utile nel garantire fluidità alla manovra offensiva bianconera

ALL. ALLEGRI 6 – La prestazione non è stata memorabile, ma una vittoria “sporca” come questa è aurea: i muscoli nelle gambe sono imbrigliati per i carichi di lavoro settimanali, i tre punti non erano così scontati…