De Agostini: «Juve, io non marcherei a zona sui calci d’angolo»

Iscriviti
Luigi De Agostini
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex terzino della Juventus, Luigi De Agostini, ha parlato dopo la sconfitta dei bianconeri contro il Verona: ecco le sue parole

L’ex terzino della Juventus, Luigi De Agostini, è stato intervistato dal quotidiano veronese L’Arena. Ecco le sue parole dopo la sfida che lo ha visto come doppio ex.

CARRIERA – «Avessi avuto il cartellino di proprietà, chissà…L’Udinese mi ha lanciato, l’Hellas è stato il mio trampolino verso la Juve e la Nazionale».

VERONA JUVE«Ho visto la gara del Bentegodi. Verona grandioso e Juve annichilita, un po’ stanca forse. A un certo punto c’era solo Ronaldo. Io non marcherei a zona sui calci d’angolo. Dai il Verona aveva fatto un gol regolare e un rigore, quindi…».

SQUADRA IDEALE«Sono prontissimo in porta ci va Tacconi, poi Bergomi e Ferri marcatori con Tricella libero e Cabrini a sinistra. All’ala metto il “Barone” Causio, con l’otto gioco io in mezzo con Di Gennaro, poi Roby Baggio e Zico che suggeriscono per Elkjaer. Siamo sbilanciati in avanti forse e allora tengo pronto Galia».

Condividi