La Juve dribbla, il Napoli passa: può essere la differenza Scudetto

© foto www.imagephotoagency.it

Allegri e Sarri, due stili di gioco a confronto. La Juve punta sull’imprevedibilità dei suoi giocatori, gli azzurri sulla metodicità

Juventus e Napoli: così rivali, così diverse! Bianconeri e azzurri si contendono lo Scudetto 2017/2018 (secondo Hamsik tutti sarebbero contenti se a vincerlo fosse il Napoli) e hanno davvero poco in comune. Dai fatturati reclamizzati da Sarri, allo stile di gioco: sono tante le differenze che rendono uniche le due formazioni! La Juve in estate ha fatto una scelta precisa puntando su uomini di assoluta qualità come Douglas Costa e Federico Bernardeschi, trattenendo grandissimi calciatori come Paulo Dybala e Juan Cuadrado, spesso decisivi sulla trequarti. Il Napoli ha deciso di puntare sulla metodicità degli schemi di Sarri, sul 4-3-3 di ‘guardiolana’ memoria e sul possesso palla.

Come riferito da “Tuttosport” infatti la differenza sta nei numeri! La Juventus ha investito 6 milioni di euro per il prestito (altri 40 li investirà per il riscatto) di Douglas Costa, il miglior dribblatore della Bundesliga negli ultimi due anni. Dopo un inizio non semplice, il brasiliano ha iniziato a ingranare la quarta e sta iniziando ad essere decisivo con le sue imprevedibili giocate. “The Flash“, questo il soprannome, sta iniziando a mostrare sempre più spesso la targa ai suoi avversari con il simbolo del fulmine che spesso appare sfuocato!

Juventus e Napoli figlie dei rispettivi allenatori. Il Napoli, dopo 20 giornate di campionato (parliamo dell’attuale stagione) ha completato 14.481 passaggi contro gli 11.599 dei bianconeri. Il rapporto dei dribbling riusciti cambia ed è appannaggio della Juve: 258 contro i 172 del Napoli. Le due squadre hanno migliorato i rispettivi dati rispetto a un anno fa quando il Napoli completò 13.345 passaggi e 198 dribbling, la Juve invece 9.810 passaggi e 181 dribbling. I passaggi del Napoli sono cresciuti dell’8,5% mentre i dribbling della Juventus addirittura del 35%. Decisivi, nella Juve, gli arrivi di Douglas Costa (148 dribbling completati l’anno scorso) e Bernardeschi (124 tentati, primatista in A), ma i due sono in ottima compagnia con Dybala e Cuadrado. La Juve dribbla, il Napoli passa: la speranza per i bianconeri è che la formazione di Allegri riesca anche nel dribbling più importante, quello in classifica!