Verso Juve-Samp, Giampaolo: «Lo sfogo di Buffon? Lo capisco»

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore blucerchiato Marco Giampaolo ha parlato in conferenza stampa alle ore 13 dalla sala stampa del Centro sportivo Mugnaini di Bogliasco: le parole del mister

GARA PROIBITIVA – « La partita sulla carta è proibitiva, ma solo sulla carta. La Juventus ha perso l’ultima a Genova diciotto partita fa, poi non ha più perso. C’è poco da aggiungere. Poi le partite vanno giocate e la dimostrazione sono stati i due quarti di Champions dove la Roma l’ha ribaltata e la Juventus c’è andata vicino: nel calcio può accadere di tutto, ma sono consapevole e realista che è una partita difficile. Non faccio calcoli, ma sono consapevole di quello che è la forza della Juventus: la gestione della partita da parte di Allegri, la Juventus fa paura. »

DUBBI SUL BINARIO SINISTRO – « Murru non c’è, Bere nemmeno. A destra gioca Sala, a sinistra devo ancora decidere anche perchè giochiamo mercoledì. Strinic, il fatto che sia in scadenza di contratto, non mi interessa.Ha avuto problemi fisici qualche mese fa ed è anche dimagrito. Si è rinserito in squadra non al 100% dal punto di vista mentale. Però gliel’ho detto, se ritornerà in forma giocherà. »

LA JUVE DOPO IL DERBY – «Col Genoa la Samp ha fatto una grande partita non concedendo nulla, poi ci è mancato il goal. Abbiamo giocato il derby meglio rispetto a quelli che abbiamo vinto. Ora siamo lì e dobbiamo continuare a ballare nonostante le energie spese. »

SITUAZIONE CENTROCAMPO – « Torreira e Praet sono pienamente recuperati, i differenziati servono proprio a far recuperare la forma. Praet l’avevo visto particolarmente affaticato, ha una cilindrata impressionante ma ha subito qualcosa e la paura che potesse incorrere in qualche infortunio c’era. Barreto sta bene, recuperato al 100% e domani gioca»

LA SAMP CHE VORREBBE – « Ai ragazzi ho detto che c’è sempre spazio per fare qualcosa di straordinario. Per avere chance bisogna non regalare palla alla Juve, e riuscire a contrapporti nel migliore modo possibile. Andiamo lì per giocare la partita, senza pensare al Bologna, dobbiamo fare bene tutte le ultime partite: ogni partita è buona per fare punti. »

FRASI BUFFON POST REAL MADRID – « Lo capisco. Ha quasi 40 anni e non ha mai vinto la Champions, bisogna entrare nel sentimento dell’uomo. Comprerebbe il tempo per tornare indietro.»

CORSA EUROPA LEAGUE – « Io guardo solo la Samp, alla fine chiedo sempre i risutlati degli altri però non dobbiamo sapere cosa dobbiamo fare. Sono tutte squadre forti, Torino e Fiorentina hanno buoni numeri, tradizione, l’Atalanta ha acquisito mentalità internazionale quindi sono tutte avversarie temibili ma noi dobbiamo pensare a noi stessi.»

VAR – « Io ho sempre detto che il Var è un elemento di garanzia. Abbiamo fatto un bel passo in avanti, adesso hai una tutela in più. Ho grande fiducia negli arbitri, chiedo sempre ai dirigenti chi ci arbitra ma niente di più. Assistere ad una partita di Champions senza il VAR mi sembra di essere tornato indietro di 20 anni. »

PERMANENZA A GENOVA – « Io alla Samp sto bene, alla fine vedremo cosa farsi. Per me non è una questione di contratto, se sono convinto che possiamo fare le cose bene allora si può continuare. Io qui sto bene ed il mio sentimento è voler continuare qui, ma adesso l’aspetto più importante per noi è giocarci un risultato straordinario fino all’ultimo. Alla fine si vedrà il resto, ma io voglio restare. Adesso contano le partite che rimangono, per il resto vedremo dopo.»

 

Articolo precedente
allegriAllegri torna su Madrid: «L’errore più grande sono stati i tre minuti di recupero»
Prossimo articolo
Juve, senti lo sfogo di Zidane: «Sono indignato che si parli di furto»