Connettiti con noi

Juventus U23

Juventus U23 in tre punti: cosa resta dopo il doppio confronto col Sudtirol

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Juventus U23: cosa resta a Lamberto Zauli dopo il doppio confronto con il Sudtirol. Un’analisi in tre punti

La campagna di Bolzano col Sudtirol si conclude con due sconfitte per la Juventus U23. 2-0 in campionato, 2-1 in Coppa Italia Serie C e bianconeri eliminati dalla competizione. Fallisce, dunque, la missione difesa del titolo vinto nella stagione 2019/2020. Dalla doppia trasferta altoatesina, comunque, Lamberto Zauli può trarre risposte importanti dai suoi giocatori, inscrivibili in tre punti.

1. Perforata la difesa del Sudtirol in casa: è la seconda squadra a riuscirci

L’Under 23 è diventata la seconda squadra a perforare la difesa del Sudtirol tra le mura amiche del Druso. Ci era riuscita sin qui solo la Giana Erminio, nel 4-1 del 15 settembre di Coppa Italia. Poi, il vuoto. Nicolussi Caviglia, dunque, ha rotto l’egemonia di clean sheet della squadra di Javorcic in casa: lì, dove tutte avevano fallito.

2. Nicolussi Caviglia, “esordio” con gol: buona notizia per Zauli

323 giorni dopo e due gravi infortuni alle spalle. Hans Nicolussi Caviglia non poteva desiderare “esordio” stagionale migliore con la Juventus U23. Che poi esordio: lui in bianconero è nato e cresciuto, ma gli mancava da qualche anno il palcoscenico della Serie C. Il centrocampista aostano è subentrato nella ripresa a Miretti, impiegando solamente 4 minuti per segnare e scrollarsi di dosso tutto quanto. La sfortuna è ormai un lontano ricordo: Zauli sorride, bentornato davvero Hans.

3. Esperimento riuscito con Sersanti. E Stramaccioni…

Col Sudtirol in Coppa Italia è stato tempo anche di esperimenti. Zauli ha schierato Alessandro Sersanti, di professione centrocampista, nel ruolo di terzino sinistro. E ha avuto ragione lui. Partita attenta, con poche sbavature, figlia di un giocatore intelligente e bravo a capire i momenti della partita. È sbocciato, al suo fianco, Diego Stramaccioni. Il difensore, arrivato in estate dalla Vis Pesaro, si è trovato la strada spalancata visti i due infortuni di Poli e Riccio. Entrato bene a gara in corso in campionato, ha retto bene anche in Coppa Italia Serie C, mandando un chiaro messaggio al suo allenatore in termini di fiducia e affidabilità.

L’INTERVISTA ESCLUSIVA A GIUSEPPE LEONE DELLA JUVENTUS U23

Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement