Juventus Women-Brøndby, guida al match. Guarino: «Loro più esperte» – VIDEO

Al via la Women’s Champions League, la Juventus Women affronterà le danesi del Brøndby IF, squadra che primeggia nel campionato danese

I sorteggi di Nyon hanno decretato il primo avversario della Juventus Women nella Women’s Champions League, competizione a cui le calciatrici bianconere guidate dalla coach Rita Guarino, si affacciano per la prima volta nella loro breve ma intensa storia. I prossimi avversari sono le danesi del Brøndby IF. Le partite si disputeranno il 12 settembre allo stadio”Piola” di Novara (impianto scelto dalla Juve per le sfide casalinghe nella competizione continentale), e il 26 settembre in Danimarca.

Ecco chi sono le prossime avversarie della Juventus Women

La squadra danese del Brøndby IF è una delle migliori squadre femminili nel territorio della Danimarca, undici i trofei nazionali conquistati, solo negli anni 2000 vinti sei campionati e 5 coppe. La squadra ha anche raggiunto le semifinali della Coppa delle donne UEFA 2003-04 e della Coppa delle donne UEFA 2006-07. Un avversario di esperienza, che conosce bene il panorama europeo, a differenza della Juventus Women, che è ancora vergine della competizione. Misurarsi e confrontarsi nella Women’s Champions League sarà importante non solo per assaporare campi internazionali, ma anche e soprattutto per arricchire il bagaglio bianconero e migliorarlo non solo in ottica nazionale, dove la Juve si è laureata campione d’Italia, ma anche oltre i confini.

Le dichiarazioni di Rita Guarino in vista del match di Champions League

In merito alle prime avversarie della Champions Femminile, Rita Guarino, tramite i microfoni ufficiali bianconeri ha dichiarato: «Il Brøndby IF è sicuramente una squadra forte, che nell’edizioni passate ha raggiunto due semifinali di Champions, ha vinto undici campionati danesi, la Danimarca ha anche una nazionale vincente, sarà  sicuramente una partita ostia, difficile da preparare attentamente, ha più esperienza. Loro inoltre arriveranno con 4 partite ufficiali sulle gambe, noi invece affronteremo il nostro primo match ufficiale in Champions League. E’ un banco di prova importante, le nostre ragazze dovranno superare se stesse per riuscire a figurare bene in Champions».

Articolo precedente
emre canCalciomercato Juve: tutte le operazioni dell’estate di Madama
Prossimo articolo
Giaccherini ritrova la “sua” Juve: «Bel ricordo, ma voglio battere CR7»