Juventus Women, cosa è cambiato nelle bianconere dopo il Mondiale

Iscriviti
girelli bonansea
© foto www.imagephotoagency.it

Nel 2019 un Mondiale trionfale per l’Italia, che ha cambiato il calcio italiano e la mentalità delle azzurre della Juventus Women

Quello del 2019 è stato un anno indimenticabile per il calcio femminile italiano, che nel Mondiale di Francia ha trovato successo calcistico e mediatico. Le azzurre, arrivate alla competizione con l’obiettivo di provare a superare il girone, sono riuscite ad arrivare ai quarti, superando Nazionali blasonate come l’Australia, il Brasile e la Cina.

Un percorso trionfale che ha avuto conseguenze importanti su tutto il movimento italiano, e anche inevitabilmente sulla Juventus Women, che ha partecipato al torneo con otto giocatrici, quasi tutte protagoniste della marcia azzurra.

Le bianconere, protagoniste del successo con la maglia della Nazionale, hanno ricominciato la stagione con una carica e una consapevolezza differenti. Rita Guarino ha ritrovato giocatrici tornate a Torino con una mentalità differente, che sul campo ha dato i suoi risultati.

L’approccio alla gara, infatti, è stato completamente differente in questa stagione rispetto a quelle passate. La Juventus Women ha mostrato una consapevolezza diversa, che si è espressa nel gioco e poi nei risultati: non a caso, dopo dieci gare di campionato, le bianconere conducono a +2 sulla seconda.

Condividi