Juventus Women, Sanderson dà un calcio all’omofobia e ringrazia la Juve

juventus women
© foto www.imagephotoagency.it

La campionessa della Juventus Women, alla vigilia del match contro il Brondby, ha parlato anche della sua sessualità

Lianne Sanderson non ci sta. La calciatrice, vero e proprio asso della nuova Juventus Women, ha parlato in una lunga intervista a Il Corriere di Torino della sua relazione con la compagna di squadra Ashley Nick. E non solo: la campionessa britannica ha anche parlato della sfida di mercoledì della sua squadra in Women Champions League contro il Brondby.

Ecco le parole della Sanderson: «L’importante è che quando lavoriamo insieme ci si concentri solo sull’aspetto professionale. Cerchiamo di evitare ogni situazione che possa mettere in imbarazzo gli altri. Non è sempre facile accendere e spegnere l’interruttore, fare lo switch da un contesto all’altro, ma ci teniamo a essere professioniste. L’orientamento sessuale non deve influire minimamente. Io cerco di essere me stessa ovunque. La Juve è stata molto corretta nei nostri confronti, accettando che fossimo qua insieme. Qualche difficoltà l’ho vissuta in Spagna, dove ho avuto problemi a inserirmi, ma non si può ridurre tutto alla sfera sessuale. La Champions? Ci sono anche altre ragazze che hanno giocato a livello internazionale, io metterò la mia esperienza al servizio del gruppo. Sarà la prima storica partita in Champions della Juve, non vedo l’ora. Idea Juve? Nell’agosto 2017 ho subito la seconda operazione al ginocchio e al risveglio dall’anestesia ho saputo della nascita delle J Women. Ho subito pensato che avrei voluto giocare qui: sembra un film, ma è la verità. Poco dopo Natale il mio agente mi ha comunicato che c’era la possibilità. Ho firmato quando ero ancora infortunata, ricevendo grande fiducia da squadra e società. Tifosa bianconera? Siamo andate a vedere la Champions, ci siamo commosse. Ronaldo è il mio giocatore preferito, quando ho saputo che stava arrivando non potevo crederci. Andremo a vedere ogni partita. Amiamo la Juve, amiamo Ronaldo».

Articolo precedente
Sara GamaJuventus Women, arbitro russo per l’esordio in Champions
Prossimo articolo
Juventus Women, coach Guarino: «Siamo pronte. Peccato per la Rosucci»