Khedira-Mandzukic, gemelli diversi al servizio di Allegri

© foto www.imagephotoagency.it

Mandzukic e Khedira, due campioni silenziosi al servizio della Juventus. Per il tecnico bianconero sono essenziali

Uomini silenziosi, spesso imbronciati, ma che in campo sanno come alzare la voce, stiamo parlando di Mario Mandzukic e Sami Khedira, due giocatori ormai diventati imprescindibili per Massimiliano Allegri e per tutta la Juventus. Arrivati nella stessa sessione di mercato, si sono ritagliati spazi importanti in bianconero, conquistando i tifosi per il loro modo di essere in campo, guerrieri, lottatori con una fine intelligenza al servizio della squadra.

Il tecnico livornese ha a disposizione una rosa di qualità, campioni di alto livello che sicuramente riescono ad ovviare ad eventuali disattenzioni durante un match, Mario e Sami rappresentano due frecce d’oro nell’arco di Allegri, per questo i due spesso fanno parte degli 11 titolari perchè contengono tutto ciò che il tecnico chiede per vincere le partite. Applicazione, rabbia, intelligenza, e tanta tecnica. Da qualche mese sono anche al servizio di Cristiano Ronaldo, Mandzukic soprattutto, potrebbe rivelarsi fondamentale affinchè la manovra offensiva bianconera possa, ancora di più, diventare spettacolare e solida durante l’arco della stagione.

Articolo precedente
ronaldoRonaldo: niente nazionale, testa solo alla Juve
Prossimo articolo
moggiMoggi: «Agnelli? Sveglio e competente, per lo scudetto dico Inter» E su CR7…