Khedira: spogliatoio, commissioni, lista Champions. Cosa succede ora

© foto www.imagephotoagency.it

Khedira resta: spogliatoio, commissioni, lista Champions. Il tedesco non ha trovato accordo di rescissione con la Juventus. Cosa succede ora

Nelle ultime ore del calciomercato Juve, Fabio Paratici è riuscito a collocare la maggior parte degli esuberi della Continassa: Daniele Rugani, Mattia De Sciglio e Douglas Costa hanno trovato sistemazione, anche se in prestito, rispettivamente al Rennes, al Lione e al Bayern Monaco. È rimasto a Torino invece Sami Khedira, con il quale le trattative per la risoluzione del contratto non hanno avuto esito positivo, come invece accaduto precedentemente con Blaise Matuidi e Gonzalo Higuain emigrati poi in MLS. Il centrocampista tedesco ha infatti rifiutato a più riprese le proposte di buonuscita da parte della società bianconera, scegliendo di restare alla Juventus. Interessante ora interrogarsi su quali ripercussioni questa decisione possa avere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Back on track 🤜🏽🤛🏽 #FinoAllaFine #ForzaJuve #SK6

Un post condiviso da Sami Khedira (@sami_khedira6) in data:

Khedira resta alla Juve: il progetto tecnico e lo spogliatoio

Uno dei motivi che aveva spinto la Juve a rinunciare, almeno nelle intenzioni, al 33enne tedesco è la fragilità fisica che compromesso quasi del tutto le ultime stagioni dell’ex Real Madrid. Nella passata annata Khedira è stato in campo per appena 978 minuti, 873 nel 2018/19: questo a causa di lunghi e debilitanti infortuni, sia Allegri sia Sarri lo tenevano in piena considerazione. Ora sarà importante comprendere se Pirlo deciderà di reintegrare il calciatore, per il momento mai convocato, nel progetto tecnico. A differenza di quanto accaduto lo scorso anno con Mario Mandzukic, comunque, Khedira (che ha un ottimo rapporto con tutto lo spogliatoio) si sta regolarmente allenando con la squadra. Il croato, invece, fu sin da subito separato in casa in virtù di un accordo stipulato direttamente con la società.

Khedira resta alla Juve: il peso economico

Khedira, sotto contratto fino all’estate del 2021, percepisce 6 milioni netti a stagione. Uno stipendio pesante, di cui il club si sarebbe volentieri liberato. L’ultimo rinnovo siglato lo scorso 12 settembre del 2018 prevede inoltre un riconoscimento di 750 mila euro all’entourage del giocatore per la permanenza dello stesso nella stagione sportiva 2020/21.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Sono fiero di annunciare che ho appena prolungato il mio contratto con la @Juventus fino al 2021. Sin dal mio primo giorno in questa squadra ho provato una sensazione speciale e mi sono subito sentito a casa qui. Sono molto fiero di essere parte della grande storia della squadra e della famiglia Juventus. Abbiamo già vinto molti titoli nei tre anni che sono stato qui – ma voglio raggiungere ancora di più e abbiamo grandi obiettivi che ci attendono. Continuiamo a fare la storia bianconera! ✍🏽🏳🏴 // I’m proud to announce that I just extended my contract at @Juventus until 2021. Since my first day at the club I’ve had a special feeling and it quickly felt like home here. I’m very proud to be a part of the great history of the club and of the Juventus family. We’ve already won a lot of titles in the three years that I’ve been here – but I’m still striving for more and we have big goals ahead of us. Let’s continue to make black and white history! 🏳🏴 #FinoAllaFine #ForzaJuve

Un post condiviso da Sami Khedira (@sami_khedira6) in data:

 Khedira resta alla Juve: la lista Champions

E poi c’è il capitolo lista Champions. La rosa della Juve, molto snellita dalla ultime cessioni, consente l’iscrizione in lista A di quasi tutto l’organico bianconero. Facile ipotizzare che il tedesco, anche qualora dovesse rientrare vagamente nei pensieri di Pirlo, possa essere escluso dall’elenco europeo. Al suo posto potrebbe trovare spazio Gianluca Frabotta, già utilizzato contro la Roma (dal primo minuto) e contro la Sampdoria (a gara in corso). Il terzino classe 1999 potrebbe imbarcarsi per l’Europa col biglietto di vice Alex Sandro, visto il mancato arrivo dal mercato di un altro terzino sinistro.

Condividi