La Juve in Champions non deve avere timore di nessuno

Mandzukic
© foto www.imagephotoagency.it

Sorteggiati i gironi di Champions 2018/2019. La Juventus finisce nel girone H con Manchester United, Valencia e Young Boys. Rispetto per tutti, paura di nessuno

La Juventus finisce nel girone H con il Manchester forse ancora di Mourinho, Valencia e Young Boys. Welcome. Benvenute. Anzi bentornate. E in bocca al lupo. Comincia così, coi sorteggi, la nuova stagione del calcio europeo. Con tutte le squadre che meritano i riflettori più importanti del panorama calcistico. Cambia la formula, ma non il finale. Tutti, favoriti o meno, tenteranno con la giusta dose di fortuna l’assalto alla vecchia Coppa dei Campioni. Si riparte dallo strapotere del Real Madrid delle tredici Coppe sollevate e ben quattro negli ultimi 5 anni. Ma la start-up di quest’anno annovera certamente le accentuate aspettative dei tifosi bianconeri. L’ingaggio di Cristiano Ronaldo non è passato in secondo piano e ha posizionato l’obiettivo societario in cima alla lista. Prima di qualsiasi altro prestigioso traguardo. Un trofeo sollevato vale sempre di più di una sconfitta onorevole.

Il cammino verso Madrid

In Champions tornano finalmente quattro squadre italiane. Merito dei risultati ottenuti proprio dalla Juventus in campo europeo a cui vanno aggiunti anche gli sforzi “politici” del presidente Agnelli sui vari tavoli di discussione. Insomma, la Juve è tornata ad essere protagonista anche fuori dal campo, nel rispetto del proprio marchio e della storia scritta. La finale sarà a Madrid, nella nuova casa dell’Atletico, sabato 1 giugno 2019, quando avremo già capito di che pasta sarà fatta la RonaldJuve e soprattutto cosa sarà riuscita ad aggiungere in bacheca. E c’è tempo per un ulteriore en-plein: Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa.

Champions obiettivo dichiarato

Ma la Champions League, dopo tanto digiuno, diventa una assoluta priorità. Sicuramente la principale necessità per chiudere il cerchio dopo sette scudetti consecutivi, tredici Coppe Italia, sette Supercoppe nazionali e non dimentichiamo due finali perse contro Barcellona e Real Madrid, fino a ieri assolute dominatrici. Ma da quest’anno, gli “equilibri” sembrano potersi spostare più a Sud-Est. Voto al sorteggio (grado di difficoltà): 6. Non nascondiamoci. E’ un girone da superare a mani basse.  E la finale sarà già un po’ più vicina.

 

Articolo precedente
allegriAllegri: «Sorteggio impegnativo, avversari di valore assoluto»
Prossimo articolo
gianluca vialli ravanelliRavanelli vota Juve: «Vedo i bianconeri favoriti per la Champions»