Lapo Elkann: «Sono stato graziato più volte. Ora aiuto gli altri»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Lapo Elkann che si è raccontato tra incidente e iniziative benefiche. Ecco le sue dichiarazioni

Parla Lapo Elkann. Il rampollo della famiglia Agnelli si è raccontato ai microfoni del settimanale Chi, nel numero in edicola da mercoledì 17 giugno. Ecco le prime anticipazioni della sua intervista.

GRAZIATO – «Sono stato graziato da Dio più volte, devo ringraziarlo e mai dimenticarlo. Ho avuto varie peripezie ed è inutile nasconderlo, i miei alti e bassi sono di dominio pubblico e, dopo quello che mi è successo in Israele (un grave incidente d’auto, ndr), ho avuto una spinta in più. Con la fortuna che ho avuto, non per il cognome o i soldi, ma per essere riuscito ogni volta a rialzarmi, mi è venuto spontaneo pensare ancora di più agli altri. La mia fondazione Laps è attiva dal 2016 e abbiamo realizzato diversi progetti a favore della cura e del benessere dei minori. Con l’emergenza coronavirus, quindi, ci è sembrato naturale incrementare gli sforzi a favore dei più fragili».

RACCOLTA FONDI – «Non sono attaccato a quello che possiedo e, se intorno a me vedo sofferenza, lo sono ancora di meno. Con la raccolta fondi destinata alle famiglie più bisognose siamo partiti da Italia e Portogallo, e adesso con la creatività e la generosità italiana vogliamo aiutare altri Paesi. Nulla verrà sconfitto senza il contributo di tutti. Nelle difficoltà più si aiutano gli ultimi più il mondo diventerà un posto migliore».

Condividi