LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Juve-Sampdoria

juve sarri
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve di Sarri cerca il nono scudetto consecutivo. Scopriamo le chiavi tattiche del match casalingo contro la Sampdoria

Dopo aver fallito il match point contro l’Udinese, la Juve cerca la certezza matematica dello scudetto contro la Sampdoria. Già aritmeticamente salvi, i blucerchiati nello scorso derby contro il Genoa sono parsi meno attenti e solidi rispetto al solito. Oltre gli svarioni che hanno provocato il gol di Lerager, in generale il Genoa è riuscito a sfondare diverse volte al centro, trovando Iago Falque tra le linee.

La Sampdoria è una squadra molto diretta e conservatrice, che non cerca di consolidare il possesso dal basso. Nelle ultime gare, è ricorsa molto al lancio per le punte, molto vicine tra loro per dialogare e premiare gli inserimenti delle mezzali. Sia Bonazzoli che Gabbiadini hanno fatto un lavoro determinante per far risalire la squadra.

Considerando che il Doria non ha molte armi offensive, sarà importante essere intensi nel pressing per indurre all’errore i difensori: la Sampdoria ha infatti una scarsa resistenza quando è aggredita in avanti, la Juve dovrà quindi cercare di mantenere un baricentro alto. Sarà anche importante il contributo dei difensori, che dovranno accorciare bene nei confronti delle punte quando vengono incontro. Bisognerà evitare quanto visto nel match di Udine, in cui Nestorovski era sempre libero di ricevere.

Condividi