LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Udinese-Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Contro l’Udinese, la Juve di Sarri può centrare il nono scudetto consecutivo. Non sarà però semplice trovare varchi contro i friulani

L’Udinese di Gotti è una delle squadre più passive e rinunciatarie della Serie A. E’ tra quelle con l’indice PPDA più basso, ossia quella che più passaggi concede all’avversario prima di intraprendere un intervento difensivo. Si tratta inoltre di una squadra molto diretta, che non cerca di consolidare il palleggio dal basso. Verosimilmente, la Juve attaccherà quindi in spazi molto stretti contro un avversario ben coperto, non ci saranno le difficoltà nel pressing visto contro Sassuolo e Atalanta (e in parte Lazio).

Per dare il primo scudetto a Sarri, può essere importante la posizione di Bernardeschi. Come abbiamo già scritto, nel 4-3-3 della Juve Cuadrado è solito alzarsi molto a possesso consolidato, occupando l’ampiezza. Il carrarino si stringe dentro al campo per dialogare con Dybala e le mezzali, come visto per esempio nel gol di Bologna. Avrà quindi il compito di dare qualità tra le linee.

Condividi