LAVAGNA TATTICA – Quale è un grande cambiamento da Allegri a Sarri

© foto www.imagephotoagency.it

La Juve di Sarri alza meno la palla rispetto alla squadra di Allegri. I bianconeri vogliono giocare di più sul corto

La principale differenza tra la Juve di Sarri e quella di Allegri si è vista quando si è attaccato contro blocchi bassi (per esempio, Genoa, Lecce e Lokomotiv Mosca). Negli anni scorsi, i bianconeri avrebbero riempito l’area di cross, palle lunghe e sfruttato i cambi campo, attaccando di inerzia. Al contrario, pur col rischio di essere forse prevedibili e monocorde, la Juve attuale in quella circostanze non ha sostanzialmente quasi alzato la palla.

Si è attaccato sempre con una fitta ragnatela di passaggi corti e giocatori molto vicini tra loro, nel tentativo di sfondare al centro e trovare il varco giusto. La Juve di Sarri effettua in media 18 cross e 51 palle lunghe a partita, mentre la squadra di Allegri ne faceva rispettivamente 23 e 61. Segno di come la volontà sia quella di alzare meno la palla e di giocare più sul breve.