Lazio, nuova grana sui tamponi: la Figc apre un’altra indagine

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Nuovi problemi per la Lazio sulla questione tamponi: la Figc ha aperto una nuova indagine. Ecco cosa è successo

Non solo il “caso tamponi” di Immobile, Leiva e Strakosha per la Lazio. La Figc ha aperto una nuova indagine in merito ad un altro fatto sempre legato alla gestione dell’emergenza sanitaria. Sembra infatti che il club non abbia sottoposto il gruppo squadra ai test con la regolarità prevista dal protocollo. Il 1 e il 15 giugno il club ha effettuato tamponi 6 giorni dopo gli ultimi: il protocollo ne prevede 4 tra l’uno e il successivo.

La società spiega che entrambe le volte il test ricadeva di sabato, giorno libero, e quindi riprogrammato il lunedì (giorno di ripresa). I responsabili medici, Pulcini e Rodia, sono accusati di aver violato l’art. 4 comma 1 del codice di giustizia sportiva (principi della lealtà sportiva) e l’art 44 comma 2 delle Noif (indicazione per la ripresa degli allenamenti).

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine di oggi

Condividi