Connettiti con noi

News

Locatelli, è la tua ora: convince i tifosi, aiuta Bonucci e “avverte” Allegri

Pubblicato

su

Manuel Locatelli ha sfornato una prestazione super convincente contro la Svizzera: ora Allegri non ha più scuse

Manuel Locatelli è stato uno dei migliori in campo, se non proprio il migliore, nella sfida tra Svizzera e Italia finita in parità con il rigore sbagliato da Jorginho che grida vendetta. Il numero 27 bianconero (che indossa il 5 in azzurro) ha sfoderato una prestazione più che convincente dirigendo la manovra della squadra e accompagnando l’azione offensiva in qualità di rifinitore. Il dialogo con Jorginho funziona: l’ex Napoli è spesso braccato dalle squadre avversarie e Locatelli, così come Verratti, è un appoggio super affidabile per la costruzione del gioco dell’Italia di Mancini. A dispetto dello 0-0 fissato sul tabellone del St. Jakob-Park di Basilea, l’Italia ha avuto almeno tre ghiotte occasioni per ipotecare il pass per Qatar 2022: alla fine dei 90 minuti la Nazionale campione d’Europa in carica da 57 giorni (sembra superfluo ricordarlo ma a quanto pare non lo è) ha comunque fatto suo un record mondiale incredibile, con 36 partite senza sconfitte.

Locatelli ha un conto aperto con la Svizzera: doppietta ad Euro 2020 che ha regalato la qualificazione aritmetica agli ottavi e una prestazione da applausi anche ieri sera a Basilea. Se non bastasse l’impressione lasciata dal campo, ci sono i numeri a parlare e a certificare quanto di buono fatto dal centrocampista classe 1998. Locatelli ha totalizzato in 77 minuti sul campo da gioco: 55 passaggi riusciti, ovvero l’89% del totale, 3 occasioni create (la prima sprecata da Berardi a tu per tu con Sommer, le altre due mancate da Insigne col tiro fuori e poi con la conclusione bloccata dal portiere della Svizzera), 73 tocchi 5 duelli vinti 2 contrasti riusciti; 1 duello aereo vinto 7 palle recuperate. Prestazione a tutto tondo in cui spiccano le 7 palle recuperate, vitali per il gioco di Mancini e per quello che sarà il gioco di Allegri. Con Locatelli ad agire nel fulcro del gioco, Bonucci può beneficiare di un po’ di riposo almeno per quanto riguarda la fase di impostazione: rispetto alla gara contro la Svizzera, Bonucci contro la Bulgaria (con Locatelli in panchina) ha fatto 30 passaggi in più compresi 4 lanci lunghi per dar vita alla manovra. Insomma, al momento Locatelli sembra servire come il pane alla Juventus con poche idee di Massimiliano Allegri.

Locatelli titolare contro il Napoli: Allegri non ha più scuse

Locatelli serve come il pane a questa Juventus. Il suo modo di amministrare il gioco, in coppia con Bonucci, sarà fondamentale già nella complicata trasferta di Napoli dove i bianconeri devono iniziare a far punti e mettere le basi per una stagione che appare di transizione ma che non può mancare l’appuntamento con la Champions League, come obiettivo minimo. Nelle prime due gare, Locatelli è rimasto quasi sempre a guardare: entrato nei minuti finali contro l’Udinese (con pochi giorni bianconeri nelle gambe), ha iniziato in panchina anche contro l’Empoli entrando a metà del secondo tempo. Al suo posto Allegri aveva schierato Danilo, scelta che non ha convinto molto i tifosi della Juventus anche in virtù del risultato negativo. Ora contro il Napoli Allegri non ha più la scusa dello stato di forma di Locatelli, apparso in grande spolvero ieri sera. Lo stesso tecnico livornese aveva individuato il post sosta per le nazionali come periodo per vederlo in campo in pianta stabile. I tifosi non aspettano altro, come si evince da una piccola raccolta di opinioni su Twitter.