Connettiti con noi

News

Lorenzo Amoruso: «Chiesa dovrebbe andare alla Juve per l’idea di gioco»

Redazione JuventusNews24

Pubblicato

su

chiesa juve

Lorenzo Amoruso, ex difensore, ha parlato di Federico Chiesa della Fiorentina e di quale potrebbe essere la sua squadra ideale

Lorenzo Amoruso, ex difensore della Fiorentina tra le altre, ha parlato a footballnews24 del possibile futuro di Federico Chiesa e Gaetano Castrovilli, due dei gioielli viola.

CHIESA E CASTROVILLI – «E’ stato abbastanza chiaro, se i giocatori vogliono andare via possono farlo, chiaramente dovranno essere ceduti ad una somma opportuna. Vista l’emergenza Coronavirus ci saranno tanti giocatori che perderanno il proprio valore economico, ma le grandi squadre non hanno mai questo tipo di problemi, chi ha intenzione di comprare Chiesa o Castrovilli sa che non costano 30 o 40 milioni, ma molto di più: si parla di cifre davvero grandi».

FUTURO CHIESA – «Real Madrid, al Barcellona o alla Juventus? Ehm.. forse al Real Madrid no, è l’ultima opzione viste le caratteristiche del giocatore. A quest’ultimo serve un allenatore che sfrutti molto gli esterni sviluppando un gioco anche sull’uno contro uno, il Real invece non ha uno schema di gioco ben definito, si affida molto sui giocatori solisti. Per la crescita di Chiesa mi auguro che vada in un club con un’idea di gioco migliore, non perchè a Madrid siano scarsi, però non hanno mai avuto un’idea concreta. Il Barcellona, così come la Juve con Sarri, ce l’ha. Oltre a queste due anche Arsenal, Manchester City e Liverpool, potrebbero essere squadre molto utili per la crescita di Federico e per la sua definitiva consacrazione. Cosa manca a Chiesa per esplodere definitivamente? Manca tanto, deve imparare anche a coesistere con i campioni e alla Fiorentina, con tutto il rispetto possibile, ci sono massimo tre campioni. Una volta che approdi in una società colma di grandissimi giocatori diventi in automatico uno tra tanti, inoltre sarai a stretto contatto con personalità importanti e sul terreno di gioco, nonostante tu sia forte, dovrai continuare a dimostrare di valere molto. C’è un detto che dice: ‘Arrivare è difficile ma è ancora più difficile rimanere a certi livelli’. Rischia di trovare poco spazio in una grande squadra? Secondo me no, Chiesa nel corso di questa stagione si è abituato anche a giocare da seconda punta e se la cava, quando invece viene riportato al suo ruolo naturale, nonchè esterno, è devastante e fa la differenza. Ha un ruolo definito, inoltre la sua corsa, con e senza pallone, è davvero importante».

Continua a leggere
Advertisement