Luis Hasa: il centrocampista volante della Juventus Under 15 – VIDEO

Luis Hasa è il nuovo talento in rampa di lancio del settore giovanile bianconero: ecco chi è il centrocampista della Juventus Under 15

Quando lo vedi giocare per la prima volta, non puoi non rimanere abbagliato dalle qualità nettamente sopra la media rispetto ai suoi coetanei. Luis Hasa, centrocampista classe 2004 nato a Sora (provincia di Frosinone), è uno dei talenti più luminosi prodotti dal settore giovanile bianconero. Nazionale italiano ma con origini albanesi, da Sora si trasferisce con la famiglia in quel di Asti: da lì, nella scuola calcio San Domenico Savio, i primi calci ad un pallone che ne mettono in mostra in poco tempo le potenzialità. Sin da subito una marcia in più: scende costantemente in campo con i più grandi e viene notato dagli osservatori della Juventus che a 7 anni decidono di inserirlo nella scuola bianconera.

Luis e la passione per il calcio

La dedizione verso il pallone ne fa uno dei prospetti più futuribili. Quella passione trasmessagli dal fratello più grande Alessio: visto e rivisto giocare, fino alle partitelle assieme da bambini che hanno fatto sbocciare questo amore. Il mondo del calcio come futuro professionale, senza dimenticare però gli svaghi che un ragazzo della sua età ha l’obbligo di portare avanti. Ed ecco allora che il tempo lontano da scuola e allenamenti lo si passa assieme agli amici (e compagni) più stretti: Costanza, Evans e Piras, tra un film, una partita alla playstation e ascoltando della buona musica di compagnia. Il tutto immortalato attraverso quelle storie instagram che tanto hanno preso piede nel mondo dei social network.

L’anima bianconera di Luis Hasa

Otto anni di Juve, più di metà della propria vita, gli consentono di conoscere gran parte delle dinamiche bianconere e di aver vissuto l’aria che si respira nel centro dedicato al settore giovanile di Vinovo. Le sue caratteristiche non sono ancora del tutto definite: osservando una sua partita lo si vede spesso scivolare in tutte le posizioni del centrocampo. Da mezzala a mediano davanti alla difesa, da esterno a trequartista: dovunque lo si metta, fa la differenza. D’altronde, con queste potenzialità, imbrigliare un talento del genere sarebbe un delitto.