Maifredi: «Ronaldo non è un robot. Non si sente più il leader indiscusso»

maifredi
© foto www.imagephotoagency.it

Luigi Maifredi, ex allenatore della Juve, ha rilasciato alcune dichiarazioni legate alla partita di ieri contro il Sassuolo

Ai microfoni di TMW Radio, è intervenuto Luigi Maifredi. Di seguito riportate le dichiarazioni dell’ex allenatore della Juve.

SARRI «Le parole post partita sono sempre di convenienza, conta quello che dice nello spogliatoio alla squadra. Prestazione non buona della Juventus ieri contro il Sassuolo, anche se c’è stata molta sfortuna. Neanche in seconda o in terza categoria si prende un gol come il 2° preso dalla Juve ieri».

FORMAZIONE«Ognuno ha le proprie idee. Io non lascerei mai fuori Dybala, mai. I fuoriclasse sono un valore aggiunto, non parte integrante di una squadra. Ronaldo? Non è un robot, se lo scegli devi accettare alti e bassi. La sua flessione è dovuta al fatto che non si sente più il leader indiscusso. Se dovessi fare io la formazione, metterei comunque prima loro due e poi gli altri». 

LAZIO JUVE – «La Lazio gioca bene a calcio, ha giocatori che sanno toccare la palla come Correa e Luis Alberto. Immobile poi è pazzesco, fa gol in tutte le maniere e quando meno lo pensi. Sabato? La Juve per potenziale è superiore…».