Connettiti con noi

News

Mandzukic al Milan: un tradimento che i tifosi Juve non sopporterebbero

Pubblicato

su

Mandzukic al Milan: un tradimento che i tifosi Juve non sopporterebbero. Il croato potrebbe rinforzare una diretta concorrente allo scudetto

Nella serata di ieri si è diffusa la notizia di un possibile – per alcuni molto probabile – trasferimento di Mario Mandzukic al Milan. Il 34enne, svincolato dopo l’ultima esperienza in Qatar all’Al-Duhail, andrebbe a vestire i panni del vice-Ibrahimovic nella squadra allenata da Stefano Pioli. Per il croato si tratterebbe di un clamoroso ritorno in Italia dopo le 4 stagioni vissute da protagonista assoluto con la maglia della Juventus. I tifosi bianconeri difficilmente potrebbero accettare un simile tradimento sportivo.

Mandzukic e i legame con i tifosi della Juventus

Mario Mandzukic negli ultimi anni è stato uno dei giocatori più apprezzati e visceralmente amati dalla tifoseria della Juventus. Questo per il suo innato spirito combattivo che lo portava a sacrificarsi e a lottare in qualsiasi circostanza di una partita e in qualsiasi zona del campo di gioco. I 44 gol complessivi – la maggior parte dei quali pesantissimi e realizzati in partite dall’importante specifico – fotografano solo il parte l’apporto che il croato ha fornito dal 2015 al 2019 alla squadra allenata da Massimiliano Allegri. Grinta e spirito di sacrificio l’hanno fatto diventare col tempo l’idolo dello Stadium: «Tra gli uomini i guerrieri», fu la spettacolare coreografia, con tanto di gigantografia dell’ariete di Slavonski Brod, dedicatagli dalla Curva Sud prima di un Juventus-Barcellona del 2017. Persino il più che burrascoso addio maturato a metà della passata stagione, quando Mandzukic decise di emigrare in Qatar dopo aver passato gli ultimi mesi da separato in casa alla Continassa, non hanno spezzato quel feeling. Un legame che ora rischia invece di andare in mille pezzi.

Il messaggio di addio di Mandzukic alla Juventus

«È impossibile riassumere quattro anni e mezzo in un semplice arrivederci, ma spero abbiate visto la mia passione per questo club e per questa squadra in ogni singola partita che ho giocato per la Juvnetus. Un grande ringraziamento a Mr Allegri e a Mr Marotta per avermi voluto a Torino – è stato un privilegio giocare per la Juventus e gli ultimi mesi non cambieranno il rispetto e l’amore che provo per il club. ringrazio tutti i compagni che ho avuto in queste stagioni – ho davvero apprezzato ogni singola battaglia con voi e abbiamo vinto la maggior parte di queste battaglie! Non dimenticherò tutte le vittorie e i trofei, frutto della nostra qualità, del duro lavoro e dello spirito di squadra. Un grande grazie anche allo staff che lavora dietro le quinte – allenatori, staff medico, fisioterapisti e ogni altra persona che si preoccupa che i giocatori della Juventus siano nelle migliori condizioni per avere successo. Infine, il ringraziamento più grande per i meravigliosi tifosi che sono la vera ragione per cui il club e così grande e vincente – ho apprezzato davvero molto il sostegno che mi avete dimostrato fin dal primo giorno. Concludendo, ho sempre cercato di dare il massimo per i Bianconeri vi auguro il meglio! E per me, è tempo di un nuovo capitolo… Per sempre vostro, Mario».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mario Mandžukić MM 17 (@mariomandzukic)

Mandzukic al Milan: rinforzo nella corsa scudetto

Tralasciando per un attimo l’aspetto emotivo, non bisogna sottovalutare l’impatto che Mandzukic potrebbe aver nel Milan, ad oggi capolista in Serie A nonché serissima contendente per lo scudetto. I rossoneri metterebbero alle spalle di Ibrahimovic un attaccante di spessore internazionale che – se pur in una fase ormai discendente della propria carriera (anche per via del periodo di fermo) – rappresenterebbe un’alternativa di grande valore nelle rotazioni di Pioli. I tifosi della Juve sanno quello che Mario è in grado di dare, ma è solo l’ultimo dei motivi per cui non lo vorrebbero mai in rossonero.