Marani: «Juve sorpresa in negativo. Ronaldo-Ibra? C’è una differenza»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il commento di Matteo Marani sul momento della Juventus, sulla lotta Scudetto e sul confronto Cristiano Ronaldo-Ibrahimovic

La Juventus ha battuto lo Spezia anche grazie al ritorno di Cristiano Ronaldo. Matteo Marani ha parlato di CR7 e del paragone con l’altro eterno campione Zlatan Ibrahimovic. Ecco le sue parole a Sky Sport.

RONALDO E IBRA – «Loro non ci stanno a perdere, tutto nasce dalla cultura del lavoro e della cura del corpo. Guarda come è entrato ieri Cristiano Ronaldo nella sfida con lo Spezia. Sono due che pesano tanto. Cristiano Ronaldo ragiona un po’ di più su di sé, Ibra ragiona su di sé e un po’ di più sul gruppo».

SCUDETTO – «Sassuolo sorpresa della stagione? No, ha chiuso all’ottavo posto e dopo il lockdown era quarta. La sorpresa negativa ad ora sono Juve e Inter. La Juve non deve aver bisogno di Ronaldo per battere lo Spezia. A un certo punto avrebbe potuto prendere il 2-2. Non sto vedendo una Juve definita. Pirlo è arrivato da poco, non ha ancora esperienza e si deve formare. Lui ha detto che servirà un po’ di tempo per la Juve migliore ma nella Juve non esiste un anno di transizione».

SARRI – «Bisogna anche rivalutare lo Scudetto vinto da Sarri. Non ha avuto la squadra che voleva, la Juve quest’anno ha speso 120 milioni, e vincere non è mai facile».

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo si supera ancora: non accadeva dai tempi di Manchester

Condividi