Marani: «Perché la Juve è ancora lì? Dybala sempre determinante»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Matteo Marani sulla vittoria della Juventus a San Siro contro il Milan. Le ultimissime notizie

Matteo Marani è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dicendo la sua sulla sfida vinta dalla Juventus in casa del Milan. Ecco le sue parole.

IL COMMENTO – «Ła ricchezza della rosa della Juve non si discute, lo diciamo da inizio anno che ha la rosa più forte. C’è CR7, il migliore al mondo con Messi, ieri Dybala ha ricordato a qualcuno che ha la memoria corta cosa è Dybala.  Lui determina nelle partite importanti. E’ un giocatore sopraffino, non so perché ci siano dei dubbi, ogni volta dimostra cos’è Dybala. C’è Kulusevski. C’è Chiesa che sta dando una lezione anche a livello comportamentale e penso che in questo ci sia molto della sua famiglia e di Enrico. Per come Federico ha approcciato alla Juve e per come è cresciuto, c’è tanto di suo, ieri ha fatto vedere la sua forza, complimenti a chi l’ha preso. La domanda è, con una provocazione: perché la Juve è lì? E’ qualche passo indietro rispetto al suo livello. Ha cambiato allenatore, bisogna dargli tempo di crescere anche se ha qualche problema a centrocampo».

LEGGI ANCHE: Sconcerti: «La Juve torna a candidarsi. Chiesa, corsa un po’ sporca»

Condividi