Marchisio: «Alla Juve solo bei ricordi. Mi aspetto tanto da Dybala»

marchisio
© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Marchisio parla della Juve: le parole del centrocampista tra i ricordi in bianconero e i temi di attualità

In ricordi in bianconero e tanti temi legati all’attualità bianconera. Claudio Marchisio, ai microfoni di Tuttojuve, si racconta: le sue parole.

CHIELLINI «Ho sentito Giorgio e l’ho trovato davvero carico. L’augurio, più che farlo a lui, lo devo fare agli avversari che se lo troveranno davanti, perché sono sicuro che tornerà ancora più forte di prima».

RICORDI «Nessun brutto ricordo. Nelle storie d’amore esistono solo quelli belli. A costo di sembrare un po’ esagerato, rispondo che i ricordi sono tutti stupendi e sarebbe impossibile sceglierne solo uno da raccontare in questi anni trascorsi insieme».

CAMPIONATO«Ho seguito, ovviamente, le prime due partite. Ho visto delle buone cose, altre su cui lavorare. Ma è normale che sia così, sarei più preoccupato se alla seconda giornata girasse tutto perfettamente. C’è un aspetto però sul quale non si può lavorare, ed è lo spirito, e in queste prima due partite ho visto che davvero non manca. Altrimenti contro una squadra forte come il Napoli, non si riuscirebbe a portare a casa la vittoria in quel modo».

ANTI JUVE«Con riferimento agli avversari, in questo momento la classifica dice Inter e Torino e quindi rispondo loro. Vediamo come evolverà la situazione».

ASPETTATIVE«Da chi mi aspetto di più? Senza fare grossi giri di parole, da Paulo Dybala perché è un calciatore fortissimo».

RAMSEY «Un grande numero per un grande giocatore. Giusto così. Ho sempre diffidato dagli eredi e dai paragoni, godiamoci Ramsey perché è davvero forte».