Alboni: «Accettiamo il verdetto, ma siamo stati superiori alla Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Marco Alboni, tecnico della Lazio Under 16, ha parlato dopo la sconfitta contro i pari età della Juventus: le sue parole

(Marco Baridon, inviato al campo Ale&Ricky di Vinovo) – Marco Alboni, tecnico della Lazio Under 16, ha parlato dopo la sconfitta con i pari età della Juve. Ecco le sue parole.

LA GARA«Molto rammarico, con i ragazzi avevamo preparato molto bene la partita. Puoi vincere con le prime della classe se sei aggressivo. Abbiamo concesso solo i lanci lunghi alle nostre spalle. Abbiamo creato tanto, uscirne con una sconfitta e con zero reti fatte è brutto. Usciamo con grande orgoglio per questa prestazione in casa della Juve. Il nostro portiere è stato inoperoso, tranne un salvataggio solo nel finale. Oggettivamente, nel primo gol, l’attaccante della Juve era aldilà. Diamo atto alla vittoria contro la Juve, accettiamo il verdetto del campo».

CRESCITA«Oggi era un test importante, dopo la vittoria del Genoa. Volevamo capire quanto eravamo distanti dalle big. Quest’anno ci eravamo imposti di portare un atteggiamento diverso. Vedere i miei ragazzi all’altezza della partita mi fa pensare che siamo stati oggettivamente superiori. Siamo penalizzati solo nel risultato, ma è uno spunto di crescita. Forse sul rigore del 2-0, dovevamo accompagnare verso l’esterno l’attaccante, ma il rigore ci stava. Non si è chiusa la partita comunque, abbiamo fatto grande pressione decretando anche l’espulsione di Nobile».

OBIETTIVI«Il campo ha detto che ci siamo avvicinati davvero tanto alle prime. Se giochiamo partite così, sicuramente questa è una squadra che può fare risultato e calcio con tutti, è il nostro diktat. Torniamo fiduciosi perchè divari in passato che sembravano insuperabili, oggi non lo sembrano più».