Connettiti con noi

Hanno Detto

Materazzi attacca: «Speriamo Cuadrado non si tuffi. Bonucci parla da juventino»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Marco Materazzi, ex difensore dell’Inter, parla del match di San Siro tra i nerazzurri e la Juve. Le sue dichiarazioni

Marco Materazzi, ex difensore dell’Inter, ha parlato a Gazzetta.it del match di domenica sera tra i nerazzurri e la Juventus.

JUVE – «Sembra una squadra di Conte… La loro solidità comunque è sempre stata soprattutto in difesa. Se siamo campioni d’Europa lo dobbiamo anche a Chiellini e Bonucci».

BONUCCI – «Leo ha detto una cazzata. Ormai è diventato juventino e come tale parla. Ma avrei potuto fare lo stesso errore. Loro hanno vinto per 9 anni e si sono meritati i complimenti. Ora però vanno fatti all’Inter. Chi dice che saper perdere è più difficile che saper vincere è Andrea Agnelli, non Massimo Moratti o Steven Zhang…»

PERISIC CUADRADO – «Stimolato dal rigore dello scorso anno? Forse no, perché eravamo già campioni d’Italia. Ma se fossi stato al posto di Ivan, dopo che mi fischiano contro un rigore del genere avrei lasciato immediatamente lo stadio senza fare nemmeno la doccia. E poi mi dessero pure dieci turni di squalifica. Loro sono andati in Champions grazie a quell’episodio».

PRONOSTICO – «Vinciamo 3-1. I marcatori? Non esageriamo, ma io stravedo per Dzeko e Lautaro».

DZEKO LUKAKU – «Romelu è un fenomeno, ma soltanto nel campionato italiano. Dzeko è un fenomeno con caratteristiche diverse che però resta tale anche se lo metti in Inghilterra o in Spagna. Poi è chiaro che a 35 anni non puoi prenderlo per giocare in contropiede. Ma quando ha iniziato, nel Wolfsburg faceva reparto da solo».

DYBALA IN PANCHINA – «Meglio, contro di noi è sempre pericoloso».

CHIELLINI E CUADRADO – «Giorgio è Giorgio. Cuadrado ormai è una garanzia. Speriamo che non si tuffi… E che nel caso l’arbitro non abbocchi di nuovo».