Matuidi: «Italia? Non rimpiango nulla. Ecco cosa mi manca della Francia»

Blaise Matuidi
© foto www.imagephotoagency.it

Blaise Matuidi racconta la sua vita in Italia e rivela cosa gli manca di più della Francia. Il racconto del centrocampista

A Le Figaro, Blaise Matuidi racconta la sua vita in Italia. Le parole del centrocampista francese nella lunga intervista.

ITALIANO «Le mie figlie, che frequentano la scuola internazionale, stanno andando meglio di me. Successivamente, hanno il vantaggio di studiare tutto il giorno, il che non è il mio caso. Solo per i miei figli, sono contento di questa avventura perché saranno ricchi in tutto ciò. A livello culturale, parlare diverse lingue, scoprire un altro universo, è fantastico per loro e non è dato a tutti. È come me che sul campo mi diverto, non rimpiango davvero la mia scelta».

VITA A TORINO«Mi piacciono molte cose. Andiamo spesso nei parchi a passeggiare con la famiglia e ci godiamo anche le montagne. I bambini sciano in inverno, trovo la gente calda e gentile. Inevitabilmente parla di calcio, sono appassionati, ma la qualità della vita è buona qui».

NOSTALGIA FRANCESE«La colazione: è incomparabile. In Francia siamo un passo avanti con i cornetti e i dolcetti al cioccolato, mi manca. Ma sopravviviamo e mi permette di adattarmi alla tentazione».

Condividi