Matuidi: «Mondiale? Momento stupendo. E ora giocherò anche con il migliore»

© foto www.imagephotoagency.it

Campione del mondo da qualche giorno, Matuidi si gode i meritati giorni di vacanza per poi rituffarsi nel mondo bianconero

Blaise Matuidi appena laureatosi campione del mondo con la Francia, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Il centrocampista bianconero ha affrontato diversi temi, dall’emozione di vincere un trofeo prestigioso, ai sacrifici fatti per raggiungere i livelli massimi della sua carriera, passando per il grande acquisto Cristiano Ronaldo e il sogno della Champions. Queste le sue parole: «Tornerò con naturalezza. Io resterò lo stesso di sempre, perché qui ho solo raccolto i frutti del lavoro fatto in passato. Non voglio dimenticarmi della strada che ho fatto.

Certo, ora sono campione del mondo: posso permettermi di godermi un po’ il momento. Vincere titoli così, e realizzare i tuoi sogni di bambino, è una sensazione stupenda. Champions? Ci proveremo, ma prima vacanze, vacanze, riposo e festa. Bisogna godersela. Ronaldo? Cristiano Ronaldo è il miglior giocatore del pianeta, sapere che giocherà con noi è una grande notizia. Sono felice e soddisfatto di quello che ha fatto la società: far vestire la maglia bianconera a uno come lui, il più forte ora ce l’abbiamo noi. Alla Juve c’è sempre l’esigenza di essere al livello più alto ed è questo che mi ha permesso di ripetermi anche qui, di spingere a massimo, di diventare campione. Deschamps e Allegri? Sono entrambi dei conduttori di uomini, due leader che sanno guidare una squadra, gestire un gruppo. Non posso che essere fiero di essere allenato da due allenatori così grandi». Matuidi torna sulla finale mondiale: «Mandzukic? In realtà è stato lui a farmi subito i complimenti. Io ho detto a lui e Pjaca che la Croazia ha fatto comunque una corsa straordinaria. Ma ovviamente Mario era tristissimo. Per consolarlo c’è solo un modo: vincere una finale con lui, e non contro di lui».

Articolo precedente
alex sandroJuve, Alex Sandro vuole restare: si pensa al rinnovo
Prossimo articolo
Numeri di maglia Juventus Women: ecco chi sarà la prima 10 bianconera