Connettiti con noi

Hanno Detto

Mihajlovic: «Juve? Vinciamo per noi, senza favori. Ho fatto un sogno particolare»

Pubblicato

su

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita con la Juve

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Bologna Juve, Sinisa Mihajlovic ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Le parole riprese da Tuttomercatoweb.com.

JUVE – «Quindi ci giochiamo tutto in una partita? Si, da un certo punto di vista perché vincendo finiremmo la stagione nella parte sinistra della classifica e significherebbe molto per noi, perché era uno degli obiettivi stagionali. E’ una partita importante per noi come la scorsa. Ci hanno anche mandato gli arbitri che ho voluto io… Se dovessimo vincere lo faremo per noi, per la città e i tifosi, non per fare un favore agli altri. Approfitto per ringraziare anche i nostri tifosi che quest’anno ci sono mancati tanto. Quello che abbiamo vissuto quest’anno non era calcio come non era vita. Ora le cose stanno migliorando anche grazie ai vaccini. Pensate che in Serbia danno persino 30 euro a chi si vaccina… C’è anche chi ci va tre volte».

COME ARRIVANO ALLA PARTITA – «Bologna-Juve penso sarà la partita più vista di domani. Loro vengono qua e hanno una grande occasione… Avranno le motivazioni alle stelle. Nelle ultime partite hanno fatto bene e hanno messo in campo molta più intensità. Noi faremo di tutto per fare la nostra partita ed essere presenti sia fisicamente ma soprattutto mentalmente. Sarà una partita spero combattuta. Ieri sono andato a fare una visita di controllo in ospedale e mi hanno dovuto addormentare… Mi hanno svegliato nel momento in cui stavo sognando che Dybala stava per tirare il rigore per la Juve, sullo 0-0. Non so com’è finita, chissà se questo sogno significa qualcosa».

PIRLO – «Ha vinto la Supercoppa e la Coppa Italia al suo primo anno in una grande società. Cosa gli vogliamo dire? Non si può colpevolizzare per lo scudetto, prima o poi doveva succedere che la Juve lo perdesse. Se riesce ad andare anche in Champions, come primo anno, secondo me ha fatto bene. Poteva fare meglio? Si, ma anche io».

CONTRO LA JUVE«Ci sono due cose contro la Juve che mi sono rimaste qua: una quando eravamo in vantaggio grazie al gol di Ljajic e abbiamo pareggiato per il gol di Higuain all’ultimo minuto; l’altra è quando eravamo 1-1 e nei 5 secondi dopo il triplice cambio che feci, prendemmo gol. Sono convinto che avremmo potuto vincere. Poi ovviamente la vittoria con il Catania a Torino. Non era la Juve di oggi però…».