Conte: «La Juventus U23 meritava di vincere. Partita difficile da recuperare»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Mirko Conte, vice allenatore della Juventus U23, ha parlato dopo la partita contro l’Albinoleffe. Le sue dichiarazioni

(inviato allo stadio Moccagatta di Alessandria) – Il vice allenatore della Juventus U23, Mirko Conte, ha parlato dopo il pareggio contro l’Albinoleffe. Le sue parole.

PARTITA – «Chi ha giocato oggi ha fatto una buonissima partita. Abbiamo giocato perennemente nella metà campo avversaria, ma quando è così devi avere pazienza, lucidità. Era difficile recuperare una partita così rispetto alle altre due, poi c’era tanti giovani per cui bisogna complimentarsi. Chi mancava ha qualità ma chi li ha sostituiti ha fatto bene. Quando metti dentro Petrelli, Da Graca, gli spazi si restringono e diventa difficilissimo giocare. Siamo stati capaci di recuperare la partita su rigore ma meritavamo noi di vincere».

PREPARARE LA PARTITA IN QUESTA SITUAZIONE – «Cercando di pensare solamente alla partita, distogliendo l’attenzione da ciò accadeva. Abbiamo la capacità di riuscire a sopperire a questo tipo di emergenze, preparando la partita nel modo in cui andava preparata».

COSA PUO’ DARE TROIANO – «Esperienza. Ha giocato in Serie B, è stato capitano in tante squadre. Può essere un elemento importante per far crescere i giovani, per farli mentalizzare. Sarà fondamentale anche sul campo e siamo contenti di averlo».

ZAULI – «Abbiamo giocato insieme a Vicenza due anni e mezzo e principalmente c’è un rapporto di amicizia e di stima. Dal punto di vista lavorativo è un punto a nostro vantaggio avere questo rapporto di collaborazione e di stima. Io sono felice di essere alla Juventus, non potrebbe essere diversamente. Qua devi solo allenare, perché non ti manca nulla, e quello che posso dare è la mia esperienza maturata negli anni scorsi. Il mio approccio è sempre quello di imparare dagli altri, e se poi posso insegnare qualcosa io ancora meglio. In questo momento Zauli ha molta più esperienza di me».

FRABOTTA E PORTANOVA – «È un motivo d’orgoglio per far sì che ci siano sempre più giovani che si approcciano alla prima squadra. Siamo qua apposta per cercare di far crescere questi ragazzi, per fargli calcare dei palcoscenici importanti. Sono contento per Portanova e Frabotta ma dobbiamo continuare a lavorare perché la qualità dei ragazzi è tanta. Ci vuole l’anima per arrivare».

LEGGI ANCHE: Pagelle Juventus U23-Albinoleffe: i voti ai protagonisti del match

Condividi