Connettiti con noi

Hanno Detto

Moratti non dimentica il 5 maggio: «Festeggiamenti prima della partita. Ho commesso questo errore»

Pubblicato

su

Moratti nello speciale DAZN a lui dedicato ha ricordato anche il 5 maggio 2002. Le parole dell’ex patron dell’Inter

Massimo Moratti, nel corso dello speciale DAZN a lui dedicato, ha ricordato anche il 5 maggio 2002. Ecco le sue dichiarazioni.

«L’Inter è più senso del dovere che in altri momenti. La sveglia del 6 maggio è la sveglia in cui dici “Va bene, è successo qualche cosa di inaspettato ma soprattutto di terribile, che succede all’ultimo minuto e che succede anche per colpa nostra per l’incapacità di affrontare l’ultimo ostacolo” e quindi mi sentivo sinceramente in dovere e in colpa nei confronti dei tifosi. La sicurezza della mia squadra mi aveva fatto arrabbiare perché erano convinti che la partita fosse facile. Poi mi ricordo il prima della partita fu tutto una cosa di festeggiamenti e pre festeggiamenti e la cosa non mi piaceva moltissimo. Feci un gravissimo errore a non scendere negli spogliatoi tra il primo e il secondo tempo. Perché ero avvilito in una maniera incredibile».

IL 5 MAGGIO 2002 RICORDATO DA MARCELLO LIPPI