Nedved: «Abbiamo pescato la squadra più forte. Marotta? Ci sono due tipi di dirigenti» – VIDEO

Il vicepresidente bianconero parla dopo il  sorteggio di Nyon. Le parole di Pavel Nedved, anche su Beppe Marotta

Intervistato al termine del sorteggio di Champions League da Sky Sport, Pavel Nedved ha così commentato l’abbinamento tra la Juve e l’Atletico Madrid.

SORTEGGIO – «Come dice il nostro allenatore l’importante è arrivare agli ottavi, non importa se primi o secondi. Oggi abbiamo pescato la squadra più difficile».

STADIO DELLA FINALE – «La finale è troppo lontana. Non abbiamo avuto fortuna ma abbiamo una squadra molto forte che potrà passare il turno».

SERIE A – «Campionato italiano poco allenante? Direi di no, lo dimostra il fatto che le squadre italiane in Europa stanno facendo bene».

RONALDO – «CR7 è l’uomo della Champions League, fa sempre molti gol. Chiaramente non possiamo affidarci solo a lui».

ATLETICO – «L’Atletico è una squadra molto equilibrata e difficile da affrontare. Hanno una difesa molto forte, e davanti ti mettono in difficoltà Griezmann. Prevedo due sfide con pochi gol e tanto equilibrio».

SCONFITTE IN CHAMPIONS – «Non ci piace perdere, noi avevamo prestabilito di passare il turno da primi. Non posso fare nessuna critica all’allenatore e alla squadra. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi, ci sta perdere con le squadre forti».

MAROTTA – «Nessuna battuta. È stata un’affermazione. La Juventus c’è stata prima di Marotta e ci sarà dopo. Cos’ come prima e dopo Nedved. Ci sono due tipi di dirigenti: quelli che possono lavorare in tutte le squadre e quelli che possano lavorare solo in una».

Nedved ha poi aggiunto ai microfoni di JTV: «La sfida più interessante? Ed equilibrata. Loro difficilmente prendono molti gol. Tanta difesa e poi davanti sanno fare male. Vediamo, credo che siamo pronti. Stiamo dimostrando in Champions e in campionato. Ovviamente la Champions è una competizione dove devi avere anche fortuna, ma sono fiducioso. Atletico? Non è europea, è più italiana. Difende bene e difficilmente prende gol. Vedo una partita con poche reti, sarà una difficoltà in più.  Wanda Metropolitano? Speriamo noi di tornarci, ma anche loro di giocarci la finale. Cosa mi è piaciuto? La solidità. Anche girando gli uomini di tutta la rosa abbiamo fatto bene, e i numeri del campionato sono impressionanti. In Champions due sconfitte che ci stanno, soprattutto quando non fa male. Quindi complimenti a ragazzi».

Articolo precedente
baldini primaveraYouth League, il sorteggio dei playoff: sarà Dinamo Kiev-Juve Primavera
Prossimo articolo
Orario Juventus Women-Verona: ecco quando si gioca il match