Nicola ed il 4-4-2 classico per il suo Crotone: ecco il cammino per la salvezza

pagelle
© foto Massimo Pinca

Il Crotone ha notevolmente migliorato lo score di risultati dell’anno scorso, ma la zona retrocessione dista soltanto tre punti

La vittoria ottenuta prima della sosta in rimonta in casa del Bologna aveva concesso al Crotone un paio di settimane di assoluta tranquillità: la squadra di Nicola, infatti, aveva ben sei punti di vantaggio sulla terzultima e, soprattutto, era già giunta a 12 punti in classifica, quota che nel campionato scorso superò soltanto alla 21° giornata. La sconfitta casalinga di domenica contro il Genoa, tuttavia, ha un po’ complicato le cose: perdendo, infatti, i calabresi hanno permesso ai rossoblù di accorciare le distanze in classifica, tant’è che ora c’è un margine di sole lunghezze dalla zona calda.

IL RISCATTO – L’occasione per riscattarsi c’è ma non sarà senz’altro tra le più ghiotte: il Crotone, infatti, sarà ospite della Juve campione d’Italia allo Stadium ed avrà di fronte un’avversaria che non è più disposta a lasciare punti per strada. Per tentare l’impresa, tuttavia, Davide Nicola ha in mente di schierare i suoi ragazzi con un 4-4-2 tipico. Cordaz sarà il portiere, mentre la linea a quattro sarà composta da Sampirisi, Ceccherini, Simic ed a sinistra agirà uno tra Pavlovic e Martella. Nel centrocampo a 4, ad occupare il ruolo di esterno destro ci sarà uno tra Rodhen e Nalini, a sinistra giocherà Stoian mentre Barberis e Mandragora (giocatore di proprietà della Juve) comporranno la coppia centrale. Nel duo d’attacco, invece, a supporto del capocannoniere calabrese con 3 gol Ante Budimir, ci sarà Marcello Trotta.