Osservatorio-MasterSport, partner eSports: ecco il progetto dell’academy

© foto www.imagephotoagency.it

La partnership tra l’Osservatorio Italiano eSports e MasterSport presentano il progetto dell’academy eSports

La partnership tra l’Osservatorio Italiano eSports e MasterSport Institute sottolinea l’ulteriore passo avanti per la crescita degli eSports in Italia.

Le parti sono già d’accordo per sviluppare una vera e propria academy per membri associati e privati in modo da accrescere il livello del settore nel nostro Paese. Questo servirà anche per fare in modo che i brand potranno essere liberi di investire in risorse umani utili per la crescita del movimento. A parlarne è anche Matteo Masini, amministratore delegato di MasterSport Institute, e il duo Luigi Caputo ed Enrico Gelfi, fondatori dell’Osservatorio.

MASINI (MASTERSPORT) – «La partnership con l’Osservatorio è un passo importante nella crescita del nostro progetto formativo Esports. Siamo stati i primi a creare in Italia un progetto accademico esclusivo in tema di esports management, il masterEsports, e siamo felici di poter mettere questa nostra esperienza al servizio dell’Osservatorio. L’ingresso in questa nuova avventura siamo certi ci aiuterà a migliorare e completare grazie al confronto e al dialogo con tutti i soggetti coinvolti. Sarà un piacere affiancare gli altri partner rispondendo alle esigenze che via via il settore andrà a manifestare in termini di specializzazione delle risorse o aggiornamento professionale. Il potenziale di crescita del mondo Esports nel nostro Paese è enorme e l’augurio è di contribuire con questo nuovo strumento al recupero del gap con le realtà internazionali più strutturate».

CAPUTO E GELFI (OSSERVATORIO) – «Questa partnership segna un punto di svolta del nostro progetto. MasterSport Institute ci consentirà di proporci non solo come principale piattaforma B2B per gli stakeholder Esports italiani, ma anche come polo didattico autorevole per chi intende comprendere appieno questo nuovo mercato. L’OIES sta conoscendo un rapido sviluppo proprio perché è un punto di aggregazione di tutte le eccellenze nel nostro Paese».