Padoin: «Talismano? Ecco perché i tifosi della Juve mi hanno apprezzato»

Iscriviti
padoin
© foto www.imagephotoagency.it

Padoin: «Talismano? Ecco perché i tifosi della Juve mi hanno apprezzato». Parla l’ex centrocampista della Juventus

Simone Padoin, ex centrocampista della Juventus, è stato intervistato su Instagram da La Gazzetta dello Sport.

PRIMO SCUDETTO CON CONTE – «Bello perché eravamo sfavoriti. C’era un Milan con Ibrahimovic, Thiago Silva, Gattuso e chi più ne ha più ne metta. È stato incredibile». 

RAPPORTO COI TIFOSI JUVE – «Io talismano? Tutto questo mi dà immensa gioia. Nel calcio come nella vita se tu dai tutto, la gente che ti vede ti apprezza per questo. Io non sono ricordato dai tifosi juventini per le qualità tecniche ma per quello che ho dato dal punto di vista tecnico, ma per la mia grinta. So che i miei compagni erano molto più forti di me. Vivevo ogni allenamento come una gara. E se tu hai sempre questo atteggiamento prima o poi vieni premiato».

CORI PRIMA DELLA FINALE DI BERLINO – «Ero in stanza singola. Sotto la mia terrazza c’era l’ingresso dell’albergo. La sera i tifosi si sbizzarrirono, fu un momento divertente». 

RIGORE SBAGLIATO IN SUPERCOPPA – «Dopo feci fatica a dormire, il rammarico è che secondo me il rigore era calciato bene. È stato bravo il portiere. È stato un trofeo in meno alzato, mi dispiace per la squadra e per i tifosi. Ma quella stagione fu positiva per me, era il primo anno con Allegri e feci una quarantina di partite, arrivando anche in finale di Champions».

BERLINO – «Al di là di come è andata a finire, ho ricordi meravigliosi. Noi eravamo soliti non fare la rifinitura con Allegri, andavamo solo a vedere il campo. Quella volta fummo obbligati e fu un’esperienza esaltante. Poi la partita è andata come è andata, peccato perché sull’1-1 ci potevamo credere. Il cammino era stato fantastico, ci è dispiaciuto per i tifosi, ma il Barcellona aveva dei giocatori incredibili. Alla Juve aspettano da tanti anni questo trofeo».

Condividi