Pagelle Juventus-Sassuolo Primavera: Bandeira di rapina, Sene vivace VOTI

© foto www.imagephotoagency.it

I voti ed i giudizi dei protagonisti del match in scena a Vinovo tra bianconeri e neroverdi: pagelle Juventus-Sassuolo Primavera

Le pagelle dei protagonisti del match di Vinovo tra Juventus e Sassuolo Primavera.
LA CRONACA DEL MATCH

Israel 6.5 – Il Sassuolo lo impensierisce solo una volta nel primo tempo, con il tiro di Oddei amministrato senza problemi. Nella ripresa il portiere uruguaiano veste i panni del supereroe, murando con riflessi felini il tiro dello stesso Oddei.

Rosa 6 – Più attento alla fase difensiva, spinge meno del solito a destra. In copertura, però, non si fa superare. Dall’80’ Frederiksen sv.

Anzolin 6.5 – Spinge con costanza e il suo dialogo con Sene è la principale arma del primo tempo bianconero. Nel secondo tempo arretra la sua posizione, giocando semplice per i compagni.

Gozzi 6 – Il tridente neroverde è ricco di qualità e talento. Prese le contromisure nel primo tempo, nella ripresa Raspadori ha la meglio in occasione del vantaggio.

Morrone 6 – Diligente nelle due fasi, dà una mano in difesa fungendo da schermo e cerca di impostare l’azione con i suoi lanci.

Capellini 6 – La fascia al braccio gli dà la giusta carica. Partita attenta, ordinata, con l’unica amnesia per la difesa pagata a caro prezzo dal gol di Raspadori.

Sene 6.5 – Autentica scheggia impazzita nel reparto offensivo di Baldini. Svaria su tutto il fronte d’attacco senza dare punti di riferimento. Vicino al gol con una magia neutralizzata da Turati. Cala nel secondo tempo. Dal 69′ Bandeira 7 – Entrato nella ripresa per il forcing finale, riequilibra la partita con il gol del pareggio. Ingresso prezioso che suona la carica alla sua Juventus.

Monzialo 6 – Pronti, via e il suo tiro spaventa la difesa ospite. Sacrificio, generosità e voglia di incidere al servizio della squadra.

Petrelli 5.5 – Dà profondità con i suoi movimenti, tenendo alto il baricentro della squadra. Da un attaccante dalle sue caratteristiche, ci si poteva aspettare di più in quell’occasione fallita a tu per tu con Turati. Dal 69′ Markovic 5.5 – Pochi palloni a disposizione per incidere sotto porta.

Fagioli 5.5 – Molto basso il suo raggio d’azione. Nel ruolo di tuttocampista, smista tanti palloni e cerca di illuminare la scena con la sua intelligenza tattica. Pecca di imprecisione, però, soprattutto nel secondo tempo.

Olivieri 6 – L’osservato speciale della partita. Quando parte in velocità è difficile da contenere. Un colpo di testa dentro l’area stava per siglare il vantaggio.