Pagelle Juventus U23-Pergolettese: Beruatto mattatore, Toure con solidità VOTI

© foto www.imagephotoagency.it

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match valido per il girone di Coppa Italia Serie C: pagelle Juventus U23-Pergolettese

Le pagelle dei protagonisti del match valido per il girone di qualificazione alla Coppa Italia Serie C tra Juventus U23 e Pergolettese.
LA CRONACA DEL MATCH

Loria 6 – Pochi pericoli corsi. Gioca tanto coi piedi, mostrando buone qualità e trasmettendo la giusta sicurezza ai compagni di reparto.

Di Pardo 6.5 – Spinge tanto a destra, dialogando bene con Zanimacchia. Positivo anche in fase difensiva, con alcune chiusure d’autore su Faini. (Dal 46′ Oliveira Rosa 6.5 – Ingresso in campo che garantice freschezza e vivacità a destra. Cambio di passo per il brasiliano).

Beruatto 7.5 – Autentico mattatore a sinistra. Prima fa stropicciare gli occhi con un mancino che si incastra all’incrocio, poi disegna l’assist al bacio per il raddoppio di Toure.

Toure 7 – Inserimento con i tempi giusti e gran gol che vale il raddoppio. Fase offensiva abbinata ad una solidità invidiabile nel centrocampo bianconero.

Delli Carri 6.5 – Guida con personalità la linea difensiva di Fabio Pecchia, prendendosi pochi rischi e oscurando gli attaccanti della Pergolettese.

Del Fabro 7 – Giusta dose di esperienza e maturità al centro della difesa. Ad un passo dal gol nel primo tempo, con un colpo di testa che sorvola la traversa.

Rafia 6.5 – Impatto positivo nel mondo bianconero del fantasista arrivato dal Lione. Già inserito nei meccanismi di Pecchia, tocca tanti palloni con personalità e serve l’invito a nozze per l”1-0 di Beruatto.

Zanimacchia 6 – L’esterno classe ’98 riceve pochi palloni a destra. La manovra bianconera, infatti, prende vita maggiormente a sinistra, oscurandolo dal vivo del gioco. (Dal 54′ Zappa 6 – Da evidenziare un suo calcio di punizione velenoso che sfiora il tris).

Olivieri 6.5 – Tanta lotta in avanti per il numero nove. Solita dose di grinta e spirito di sacrificio per il giocatore, l’ultimo a mollare tra i bianconeri. Cresce nella ripresa, andando vicino al gol con un piazzato chirurgico. (Dall’87’ Frederiksen sv).

Clemenza 6.5 – Nell’inedita posizione in cabina di regia, il dieci della Juve costruisce gioco con la sua fantasia. Si abbassa molto e dà il via alle azioni. (Dal 54′ Mavididi 6 – Mostra soltanto a tratti la sua esplosività e la sua velocità).

Gerbi 6 – Terminale offensivo scelto da Pecchia,  l’ex Pro Vercelli lavora molto spalle alla porta, rendendosi però poco pericoloso in zona gol. (Dal 65′ Monzialo 6 – Osservato speciale a destra, gioca semplice per i compagni).