Connettiti con noi

News

Un anno senza Paolo Rossi: campione gentile che ha fatto sognare l’Italia

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Un anno fa il mondo del calcio salutava per sempre Paolo Rossi. Il ricordo della moglie e dei compagni dell’attaccante che ha fatto sognare l’Italia

È passato ormai un anno da quando il mondo del calcio ha salutato Pablito Rossi. L’eroe dei Mondiali del 1982, morto all’età di 64 anni, è stato pianto da tutta Italia, ricevendo messaggi dagli sportivi di tutto il mondo. Un campione gentile, che per sempre rimarrà nei ricordi dei tifosi e non solo, per la sua incredibile capacità di entrare nei cuori delle persone.

Leggenda del calcio italiano, è stato il primo giocatore in assoluto (eguagliato dal solo Ronaldo Nazario nel 2002) ad aver vinto un Mondiale, il titolo di capocannoniere della competizione ed il Pallone d’Oro nello stesso anno. I compagni sotrici di quel Mondiale e la moglie lo ricorderanno oggi a Zurigo al Museo della Fifa, in occasione di questa tragica ricorrenza, onorando l’eredità di Paolo Rossi, tra i più grandi di sempre del calcio italiano.

Dopo oltre 40 anni da quell’incredibile impresa, i campioni azzurri riprenderanno in mano la Coppa del Mondo originale, che vinsero in finale nell’indimenticabile serata di Madrid, nel ricordo di un gigante del calcio. Nel Museo, sarà inotre dedicata una parte di esposizione proprio a Pablito, chiamata ‘Un Ragazzo d’Oro’.