Connettiti con noi

Hanno Detto

Paratici raccontato da Ribalta: «Non so come trovi il tempo di dormire»

Pubblicato

su

Paratici raccontato da Ribalta: «Non so come trovi il tempo di dormire». Le dichiarazioni dell’ex capo scout di Juventus

Javier Ribalta, ex capo scout di Juventus, ha raccontato Fabio Paratici al The Guardian.

PARATICI – «Lo definirei un lavoratore incredibile. Non so nemmeno quando riesca a trovare il tempo per dormire. Lavora 24 ore al giorno, e questo non è un modo di dire. Di solito le telefonate di Paratici sono dopo mezzanotte, con l’energia di chi ti chiama a mezzogiorno!».

OSSESSIONE PER I GIOCATORI – «Fabio guarda ogni tipo di partita anche di notte, dalla Copa Libertadores alla Copa América. Guarda qualsiasi partita. Normalmente quando sei il direttore sportivo o il football direcrot non hai il tempo di seguire i giovani, cosa che fai quando lavori nello scouting. Lui, invece, non vuole mai perdere questa cosa: guarda sempre le partite, non perde mai nulla, chiama costantemente i suoi collaboratori per essere aggiornato su tutti i giocatori del mondo».

AFFARE TEVEZ – «Dovevamo valutare come stava fisicamente. Poi, quando Fabio si è convinto, ha comprato Carlitos da Manchester a una cifra incredibile [7,6 milioni di sterline]. Per la Juventus è stato un affare straordinario. E non dimentichiamo i giocatori che ha preso prima del mio arrivo alla Juventus: un certo Paul Pogba da svincolato, ma anche Andrea Barzagli che per anni è stato un difensore straordinario preso a cifre irrisorie. Fino a Cristiano Ronaldo…».

PAGA E VAI ANVANTI – «Ho imparato una regola importante: se ti piace un giocatore e lo ritieni importante, puoi pagare un po’ di più del prezzo di mercato perché devi comprare questo ragazzo. Questo può succedere solo se sei convinto delle capacità e del potenziale del giocatore. Se vedi un grande talento e sei sicuro di lui, non puoi perderlo per qualche milione: paga e vai avanti»

LONDRA – «Mi ha sempre detto che ama Londra, dove si recava spesso per le sue missioni legate alle trattative… Può fare un colpo acquisendo talenti importanti e anche vendere giocatori a buon prezzo per mantenere sempre alto il livello. Gli auguro il meglio, un lavoratore come lui lo merita»